Riso al curry con carote

19 marzo 2015
di Alessandra Vinci

Ingredienti per 4 persone

Il riso al curry è un delizioso piatto esotico. Il curry, diversamente da quanto si crede, non è una spezia, ma una miscela di spezie che può variare per gusto e piccantezza a seconda della composizione. Con la parola turkarri in India si definisce la cottura in umido o lo stufato. L’utilizzo di questo ingrediente caratterizza non solo la cucina dell’India ma in generale dell’intero sud-est asiatico. Il curry appena tostato in olio con le cipolle, acquista più intensità aromatica, si sposa perfettamente al gusto delicato del riso con carote ma anche a quello di pollo e gamberi. Completate il riso al curry aggiungendo prezzemolo fresco per una variante mediterranea o coriandolo per una ricetta autenticamente orientale e cuocetelo pilaf in un brodo vegetale leggero.

Preparazione Riso al curry

  1. Sbucciate le carote, lavatele, tamponatele con carta da cucina e tagliatele a cubetti. In una ampia padella versate l'olio, unite la cipolla tagliata finemente e lasciate cuocere a fuoco dolce fino a quando non è diventata trasparente. Unite al soffritto il curry e fate rosolare a fuoco vivo per un minuto, se necessario aggiungete poca acqua calda. Aggiungete le carote e fatele rosolare. Unite un mestolo di acqua calda e lasciate cuocere per circa 10 minuti, fino a quando le verdure non siano cotte.
  2. Versate il brodo caldo nella padella, e portate a bollore. Lavate più volte il riso con acqua corrente per eliminare l'amido e unitelo al brodo con prezzemolo lavato e tritato. Regolate di sale e pepe, amalgamate, coprite la padella con un coperchio. Lasciate cuocete per circa 13 minuti, fino a quando il riso non risulta cotto e il brodo completamente assorbito.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti