Scotch eggs: la ricetta

12 dicembre 2014

Ingredienti per 6 persone

Le Scotch eggs sono un antipasto della cucina anglosassone, sono considerate il tipico snack da pub. Si tratta di uova sode farcite con salsiccia insaporita con salsa Worcester, impanate e poi fritte. Le Scotch eggs sono un piatto storico, risale ai primi del ‘700 quando, il famoso negozio di leccornie di Londra Fortnum&Manson lo cucinò per la prima volta su richiesta di un ricco viaggiatore. L’ispirazione derivava da un piatto indiano composto da carne e uova sode. La ricetta originale delle scotch eggs è stata pubblicata per la prima volta nei primi anni del secolo successivo. Se una volta venivano servite per accompagnare sontuosi piatti di carne e patate, oggi le scotch eggs vengono preparate spesso come spuntino da portare al picnic o da servire alle feste come finger food tanto da essere chiamato anche Picnic eggs o Party eggs.

Preparazione Scotch eggs

  1. In un pentolino portate a bollore abbondante acqua quindi adagiate molto delicatamente le uova facendo attenzione a non romperle. Le uova devono essere a temperatura ambiente e non fredde di frigo. Cuocetele per massimo 5 minuti quindi togliete dall’acqua bollente e versatele in acqua fredda per fermare la cottura. Sgusciatele e tenetele da parte. In una ciotola sbriciolate la salsiccia e conditela con un trito di rosmarino e salvia, un’abbondante macinata di noce moscata, la salsa Worcestershire, pepe e sale. Lavoratela bene con un cucchiaio di legno fino a ottenere un impasto compatto.
  2. Prelevate un po’ di impasto di salsiccia e stendetelo su un quadrato di carta da forno: dovete ottenere uno stato sottile. Ponete nel mezzo un uovo sgusciato e, aiutandovi con la carta, ricopritelo completamente pressando bene in modo che non rimangano bolle d’aria tra l'uovo e la salsiccia. Ripetete l’operazione fino a coprire tutte le uova. Passate quindi le uova ricoperte con la salsiccia nel pangrattato e friggetele nell’olio di arachide portato a temperatura.Una volta dorate scolatele e servitele tiepide o fredde.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti