Soufflé di scarola

15 novembre 2013

Ingredienti

Il soufflé di scarola è un secondo piatto vegetariano dal gusto molto delicato. Il soufflé è un classico della cucina francese e può essere preparato sia in versione dolce sia salata. Letteralmente la parola significa “gonfiato” e indica la caratteristica principale di questa preparazione che si gonfia debordando dallo stampo che la contiene. Elemento basilare per la buona riuscita del soufflé è l’albume che, montato alla perfezione, ingloba aria e rende il composto soffice e vellutato. La besciamella deve inoltre essere della giusta densità ovvero abbastanza soda. Il recipiente per la cottura, che può essere sia individuale sia unico, deve essere rotondo, con pareti lisce e di materiale che possa passare dal forno direttamente a tavola. Fondamentale infine non aprire mai il forno durante la cottura. Il nostro soufflé salato è a base di scarola, una verdura autunnale che fa parte della famiglia delle indivie ed è ricca di vitamine e sali minerali.

Preparazione Soufflé di scarola

  1. La scarola con la cipollaIn una pentola larga fate scaldare due cucchiai di olio extravergine di oliva con una fetta di cipolla. Quando quest’ultima sarà imbiondita eliminatela e aggiungete la scarola mondata e tagliata a listarelle. Salate, pepate e fate appassire a fuoco vivace. Una volta cotta frullate leggermente con il frullatore ad immersione e tenete da parte.
  2. La scarola amalgamata con gli albumiPreparate la besciamella seguendo la preparazione di base di Agrodolce. Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e uniteli al composto di scarola con movimenti lenti dall’alto verso il basso per non far sgonfiare le uova.
  3. Versate l’impasto in formine monoporzione alte e strette precedentemente imburrate. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti dopodiché sfornate.
Servite subito in tavola altrimenti il soufflé rischia di sgonfiarsi.

I commenti degli utenti