Spaghetti ai ricci di mare: il gusto della semplicità

28 dicembre 2018

Ingredienti per 4 persone

Gli spaghetti ai ricci di mare sono un primo piatto molto gustoso e diverso dal solito. Così difficili da raccogliere e maneggiare, ma così preziosi all’interno, i ricci di mare richiedono quel tanto di esperienza che basta per sfruttarne al massimo le caratteristiche in cucina ogni volta che lo si desidera. Una volta acquisita dimestichezza nella pulizia, ogni occasione sarà quella buona per servirli come condimento di prelibati primi piatti: gli spaghetti ai ricci di mare sono una delle versioni più facili e veloci. Per prima cosa, è bene sapere che la parte commestibile del riccio è rappresentata dalle uova, una polpa di colore arancione contenuta all’interno del riccio che deve essere prelevata aiutandosi con l’apposito taglia ricci. In alternativa, anche le classiche forbici da cucina andranno benissimo. Il gusto saporito ma al tempo stesso delicato dei ricci demanda condimenti semplici e non elaborati: sì, quindi, a olio, aglio e prezzemolo. In pochissimi minuti otterrete un primo piatto davvero eccezionale.

Preparazione Spaghetti ai ricci di mare

  1. Aprite i ricci con il taglia ricci tranciando la parte superiore e prelevando la polpa, sciacquatela sotto acqua corrente e asciugatela con cura.
  2. In una padella fate soffriggere lo spicchio d’aglio con un filo d'olio, versate i ricci di mare e saltate il tutto per qualche minuto. Aggiustate di sale e di pepe.
  3. Cuocete gli spaghetti in acqua salata, lasciandone da parte due cucchiai da aggiungere al condimento. Scolateli e fateli saltare nella padella insieme ai ricci.
  4. Servite completando con prezzemolo fresco.

Variante Spaghetti ai ricci di mare

Se lo desiderate potete aggiungere al condimento i pomodorini o la passata di pomodoro e insaporite con le olive nere.

I commenti degli utenti