Spaghetti alla picchio pacchio, arrivano da Palermo

18 settembre 2018

Ingredienti per 4 persone

Gli spaghetti picchiu pacchiu sono un piatto tipicamente palermitano. Il loro nome ha una etimologia incerta, secondo una teoria il nome deriverebbe dallo sfrigolio che il pomodoro fa quando viene buttato di colpo nell’olio caldo. La ricetta è velocissima e perfetta per gli ultimi giorni d’estate e l’arrivo degli ultimi pomodori ben maturi. Potete arricchirla con tutti gli aromi che preferite, ma in origine si usavano soltanto poca cipolla, tanto aglio e tanto basilico. I pomodori migliori per la preparazione sono quelli a grappolo, tondi e ben maturi, ma potete prepararla con ogni varietà di pomodoro, purché abbiate cura di spellarli. Scegliete pasta di qualità che durante la mantecatura ceda la giusta quantità di amido e leghi il sugo.

Preparazione Spaghetti alla picchiu pacchiu

  1. spaghetti-picchio-pacchio_-2Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Intanto pelate i pomodori: se volete potete incidere la buccia e buttarli in acqua bollente per pochissimi istanti. Tagliateli a cubetti da 1 cm circa di lato.
  2. spaghetti-picchio-pacchio_-3Tagliate sottile la cipolla e fatela dorare nell'olio insieme all'aglio. Unite tutto in un colpo il pomodoro e spegnete il fuoco.
  3. spaghetti-picchio-pacchio_-4Quando l'acqua giunge a bollore salatela e immergete gli spaghetti. Scolateli al dente, uniteli alla salsa, aggiungete il basilico, il provolone, mescolate e servite.

I commenti degli utenti