Tacchino con verdure in casseruola

1 giugno 2016
di Michela Moretto

Ingredienti per 4 persone

Il tacchino in casseruola è un secondo piatto semplice e leggero da preparare sia per una cena in famiglia che per un evento più formale. Di facile preparazione, richiede solo una lunga cottura, infatti dopo aver unito tutti gli ingredienti, dovete farlo cuocere per almeno 40 minuti.  Il tacchino ha una carne molto magra e ricca di proteine e ha un sapore particolare, più intenso di quello del pollo. Le patate e le melanzane danno a questa preparazione una consistenza vellutata. L’uso della panna, del cipollotto e dell’aneto conferiscono un sapore che ricorda le zuppe del nord europa, anzi potete sostituire se volete la panna da cucina con la stessa quantità di panna acida. Potete servire questo piatto con dei crostini di pane di segale o spolverizzandolo con una manciata di mandorle tostate a lamelle. Se amate la carne di tacchino, o volete provare qualcosa di nuovo al posto del pollo, potete preparare anche lo spezzatino di tacchino o gli involtini di tacchino.

Preparazione Taccchino in casseruola

  1. Tagliate il petto di tacchino in pezzi di 4 cm. In una casseruola capiente riscaldate un filo d'olio e unite uno spicchio d'aglio, la carota e il cipollotto tritati grossolanamente. Aggiungete il tacchino, le patate e le melanzane a tocchetti, lasciando dorare. Togliete l'aglio.
  2. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere per 3 minuti, regolate di sale e pepe. Unite il restante vino e i due bicchieri di brodo. Fate cuocere coperto e a fuoco dolce per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Aggiungete la panna da cucina e fate cuocere per altri 10 minuti. Prima di servire spolverizzate con l'aneto tritato finemente.
Servite caldo.

I commenti degli utenti