I tagliolini al tartufo

20 ottobre 2014
di Angela Andreini

Ingredienti per 4 persone

I tagliolini al tartufo sono un primo piatto ricco che si adatta a essere preparato durante la stagione autunnale e invernale. Conosciuto sin dall’antichità il tartufo era utilizzato in cucina sia come pietanza prelibata – da preparare al cartoccio o come condimento goloso, sia per presunti scopi terapeutici o che lo collegavano all’operato degli dei. Reputato nocivo nel Medioevo era molto apprezzato nelle corti rinascimentali. Esistono molte varietà di questo fungo: da quelle più pregiate e costose a tuberi di più modesta pezzatura e valore. Per questa ricetta è stato utilizzato tartufo nero che sviluppa il suo aroma in cottura e può, una volta raccolto, essere conservato più a lungo. Utilizzate una pasta all’uovo fatta in casa che con la sua porosità riesce a catturare tutto l’aroma del tartufo. Per una variante più tradizionale amalgamate il formaggio durante la mantecatura.

Preparazione Tagliolini al tartufo

  1. In una pentola portate a bollore abbondante acqua calda, salatela e immergetevi i tagliolini. Con una spazzola mondate delicatamente il tartufo da eventuali residui di terra. Con un tagliatartufi o un coltello affilato ricavatene delle lamelle.
  2. In una padella fate intiepidire l'olio, aggiungete lo spicchio d'aglio sbucciato e privato del germe interno. Unite il tartufo, togliete l'aglio e spegnete il fuoco. Scolate i tagliolini al dente, dopo aver fatto insaporire l'olio per qualche minuto, versate i tagliolini nella padella e mantecateli. Guarnite con qualche lamella di tartufo e una manciata di parmigiano grattugiato.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti