Torrijas: dolcetti pasquali andalusi

15 aprile 2017

Ingredienti per 6 persone

Le torrijas sono dei dolcetti che, intorno al XV secolo, venivano tradizionalmente preparati nei conventi andalusi come dolce pasquale. Durante la Quaresima si iniziavano a recuperare le scorte di pane raffermo da utilizzare per la realizzazione di questa ricetta dalle origini povere ma largamente diffusa. Grazie all’aspetto molto simile a quello di una fettina di carne impanata, le torrijas rappresentavano uno dei pochi alimenti che si potevano gustare senza spendere troppo e nel pieno rispetto della dieta pasquale. Oggi in realtà è facile imbattersi nelle torrijas anche in periodi diversi dalla Pasqua, grazie al loro gusto così goloso che piace a tutti. La ricetta prevede l’utilizzo di fette di pane raffermo ammorbidite nel latte, impanate nell’uovo per essere poi fritte e aromatizzate con cannella, limone o altre spezie. Se non avete il pane raffermo potete usare in alternativa delle fette di baguette o di altre tipologie di panini purché non abbiano troppa mollica che si disferebbe nel latte. Il risultato è quello di appetitosi budini di pane fritti, veloci da preparare e da gustare in qualsiasi momento della giornata.

Preparazione Torrijas

  1. Scaldate il latte in un pentolino con la stecca di cannella e lo zucchero, mescolando di tanto in tanto così da amalgamare gli ingredienti in maniera omogenea. Non appena il latte inizia a bollire spegnete il fuoco e aggiungete l’essenza di vaniglia.
  2. In un ampio contenitore dai bordi alti disponete le fette di pane e copritele con il latte tiepido. Lasciate riposare per circa 30 minuti. Scaldate intanto l'olio di arachidi in una padella abbastanza capiente.
  3. Passate le fette di pane, leggermente sgocciolate, nell'uovo sbattuto e immergetele per qualche minuto nell’olio girandole a metà cottura, ricordatevi di non farle colorire troppo.
  4. Quando si sono dorate adagiatele su carta assorbente e lasciatele intiepidire.
Completate con del miele e servite.

Variante Torrijas

Potete sostituire il miele con dello sciroppo d’acero e completare con delle fettine sottili di banana fresca o disidratata.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti