Tortiglioni moscardini e nero di seppia: primo di mare

26 gennaio 2018

Ingredienti per 4 persone

I tortiglioni moscardini e nero di seppia sono un primo piatto molto scenografico, grazie all’utilizzo del pigmento che viene secreto dai cefalopodi: seppie, polpi, moscardini o calamari. Potete trovarlo già estratto nei negozi, o potete cercare la sacca che lo contiene sita tra le branchie ed utilizzarlo direttamente. Con poche gocce si riesce a conferire al piatto, oltre al colore, anche un sapore di mare molto concentrato e piacevole. Potete utilizzarlo anche per colorare pani e pasta direttamente nell’impasto, o potete provare ad essiccarlo per ottenere una polvere scura da spolverizzare direttamente sui piatti. Per un primo piatto ricco di gusto aggiungete moscardini e calamari tagliati e pezzi piccoli, qualche cucchiaio di passata di pomodori e filetti di pomodori. Completate con gambi di prezzemolo come si conviene a un piatto di mare.

Preparazione Tortiglioni moscardini e nero di seppia

  1. tortiglioni-nero-di-seppia-e-moscardiniPulite i moscardini: separate i tentacoli dalla testa, eliminate la zona centrale, con occhi e becco, e vuotate la testa dalle interiora.  Mettete sul fuoco l’acqua per la pasta: quando bolle salatela e versate i tortiglioni. Affettate la testa dei moscardini ad anelli e separate i tentacoli.
  2. tortiglioni-nero-di-seppia-e-moscardini-2 Scaldate in una padella l’olio con lo spicchio di aglio e i gambi del prezzemolo. Unite il pesce e fatelo cuocere a fuoco alto per pochi istanti, sfumatelo con il vino bianco e proseguite la cottura fino a che è rosato e ben cotto ma ancora morbido. Unite la passata di pomodoro e il nero di seppia. Tagliate i pomodorini a filetti e tritate il prezzemolo.
  3. tortiglioni-nero-di-seppia-e-moscardini-3Scolate la pasta al dente.
  4. tortiglioni-nero-di-seppia-e-moscardini-4Saltate i tortiglioni con il pesce, unite il prezzemolo e i pomodori mescolando a lungo.
Servite caldissima.

I commenti degli utenti