Il termine generale conserva identifica un'antica tradizione, tramandata di generazione in generazione fin tempi più antichi e molto viva ancora oggi, che consente di conservare i cibi per mesi grazie all'uso di alcune tecniche, che variano a seconda degli ingredienti disponibili e dell'area geografica di appartenenza. Nei Paesi del Nord d'Europa, ad esempio, le tecniche di conservazione più diffuse sono l'essiccazione, la salatura e l'affumicatura, al Sud invece prevalgono le tecniche di salatura, la conservazione con il peperoncino e quella sott'olio. L'utilizzo dell'aceto (soprattutto per le verdure) e dello zucchero (per la frutta) come conservanti naturali si è diffuso invece in modo più o meno uniforme in quasi tutti i Paesi del mondo. Le conserve , oggi come in passato, sono un appuntamento fisso per nonne, mamme e nipoti, talvolta un vero e proprio rituale, che consente di tramandare tecniche, consigli, esperienze e storie legate al mondo del cibo. Tra le conserve più diffuse in Italia, e nei Paesi mediterranei, troviamo soprattutto quelle a base di pomodori, trasformati in pelati, passate, pomodori secchi o sughi già pronti da utilizzare in qualsiasi momento dell'anno. Ricordiamo poi il paté di olive, le zucchine, le melanzane e i peperoni sott'olio e sott'aceto, ma anche composte di frutta di vario tipo, pesche sciroppate, confettura di albicocche, di pesche, di prugne rosse, di fichi, la marmellata di limoni, quella di arance, che attraverso la bollitura e la conservazione con lo zucchero possono essere preservate a lungo e gustate in qualsiasi periodo dell'anno. I cibi destinati alle conserve dovrebbero essere sempre belli freschi, utilizzati nel loro momento di piena maturazione, e possibilmente biologici (in modo da evitare di conservare cibi potenzialmente dannosi). Una volta lavati, tagliati, bolliti, essiccati o trattati con una delle tecniche di conservazione previste, i cibi vengono poi riposti accuratamente in appositi barattoli di vetro, che devono essere ermetici e sterilizzati per evitare l'insorgenza di batteri pericolosi. In questo speciale di Agrodolce dedicato alle conserve troverete tante ricette e consigli utili su procedure da seguire e utensili da usare per la realizzazione di cibi in barattolo che - con i loro profumi - vi accompagneranno per tutto l'anno.
Shutterstock

Marmellata di zucchine, fatta in casa

La marmellata di zucchine è una conserva versatile da gustare a colazione o per uno snack sano e nutriente, usatela per accompagnare formaggi stagionati.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 55 minuti
  • Calorie
  • 300 per 100 g

Marmellata di rabarbaro, antiossidante

La marmellata di rabarbaro è una conserva perfetta per chi ama i sapori non troppo dolci, provate ad aggiungere fragole o lamponi per bilanciarne l’asprezza.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 40 minuti
  • Calorie
  • 240 per 100 g

Marmellata di ananas, sana

La marmellata di ananas è una confettura ricca di sali minerali e proprietà benefiche, gustatela per una colazione sana e leggera.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Calorie
  • 250 per 100 g

Marmellata di gelsi fatta in casa

La marmelata di gelsi è una confettura dolce e delicata, perfetta per guarnire una crostata fatta o in casa o spalmata su una fetta di pane tostato.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 50 minuti
  • Calorie
  • 250 per 100 g

Marmellata di rose, per colazione

La marmellata di rose è una conserva perfetta per guarnire dolci e gelati o per rendere preziosa la vostra prima colazione.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 65 minuti
  • Riposo
  • 24 ore
  • Calorie
  • 245 per 100 g

Marmellata di visciole fatta in casa

La marmellata di visciole è una confettura perfetta da realizzare con frutti sodi e maturi, occorre poco zucchero.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Riposo
  • 60 minuti
  • Calorie
  • 290 per 100 g

Marmellata di rosa canina

La marmellata di rosa canina è semplice da realizzare in casa, procuratevi le bacche mature e mescolatele con lo zucchero.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 1h 40'
  • Calorie
  • 260 per 100 g

Marmellata di cedro, fatta in casa

La marmellata di cedro è una preparazione da realizzare in casa, usatela per farcire torte o per accompagnare piatti salati.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 50 minuti
  • Calorie
  • 260 per 100 g

Marmellata di sambuco, perfetta per la fine dell’estate

La marmellata di sambuco è una conserva perfetta da preparare se avete a disposizione queste bacche: servitela con formaggi di capra o su crostini di pane.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Calorie
  • 150 per 100 g

Marmellata di amarene fatta in casa

La marmellata di amarene è una confettura da realizzare in casa con soli 2 ingredienti: amarene fresche e zucchero semolato.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 90 minuti
  • Calorie
  • 230 per 100 g

Peperoni sott’aceto fatti in casa

I peperoni sott’aceto sono una conserva estiva che si realizza con peperoni sodi e polposi, preparateli in abbondanza e usateli come contorno.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 40 minuti
  • Riposo
  • 720 ore
  • Calorie
  • 100 per 100 g

Pomodori arrostiti sott’olio

I pomodori arrostiti sott’olio sono una conserva da realizzare in estate con pachino maturi e un buon olio extravergine di oliva.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 90 minuti
  • Calorie
  • 180 per 100 g

Marmellata di more fatta in casa

La marmellata di more è una conserva estiva da realizzare con 3 ingredienti: more, zucchero e succo di limone.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 40 minuti
  • Riposo
  • 13 ore
  • Calorie
  • 240 per 100 g

Composta di mele e cannella

La composta di mele è una conserva dolce che può essere servita come dessert per un pranzo primaverile, accompagnata da una crema di yogurt greco.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 65 minuti
  • Calorie
  • 160 per 100 g

Tonno di coniglio alla piemontese

Il tonno di coniglio alla piemontese è una preparazione che permette di ottenere un’ottima conserva di carne bianca.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 2 ore
  • Riposo
  • 48h 50'
  • Calorie
  • 280 per 100 g
1 2 3 4 »