Home Cibo Expo 2015: il temporary restaurant stellato di Identità Golose

Expo 2015: il temporary restaurant stellato di Identità Golose

di Francesca Martinengo

Un temporary restaurant stellato della durata di sei mesi. Sarà quello ospitato negli spazi di Identità Expo in occasione della prossima esposizione mondiale di Milano.

Un temporary restaurant stellato della durata di sei mesi. Sarà quello ospitato negli spazi di Identità Expo in occasione della prossima esposizione mondiale di Milano (1 maggio – 31 ottobre), e organizzato dallo staff di Identità Golose, capitanato da Paolo Marchi. La formula in realtà è molto semplice, “il difficile – dice Paolo Marchi – è stato organizzare la presenza dei più grandi chef italiani e di un nutrito gruppo di internazionali conciliando impegni e agende di ognuno. Non solo, perché si è trattato di un grandissimo lavoro organizzativo: la ‘macchina’ Expo obbliga a dei controlli burocratici molti precisi nell’approvvigionamento”.

Oldani, Berton e Cracco per Expo 2015
Oldani, Berton e Cracco per Expo 2015

 “La grande opportunità che l’Expo ci dà – continua Marchi – è intanto dimostrare all’esterno, cioè al pubblico di non addetti ai lavori, cosa succede ad un congresso di alta cucina come Identità Golose e i temi che ogni anno vi vengono affrontati. Poi, sicuramente, ci troviamo in una dimensione straordinaria, unica: quindi l’obiettivo nostro e di tutti è che venga fuori un sistema Italia più forte a livello di ristorazione e di prodotti”. Negli spazi di design firmati dallo Studio Cappellini, ogni giorno a pranzo e cena sarà possibile gustare un menù creato apposta dai diversi illustri chef Made in Italy e da alcuni loro colleghi provenienti da tutto il mondo: gli Italian & International Best Chefs. Proprio questa mattina a Expo Gate si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento, durante la quale sono stati svelati i nomi dei cuochi presenti per i primi due mesi: si tratterà in tutto di 26 guest-star chefs per 26 settimane.

Massimo Bottura
Massimo Bottura

La partenza venerdì primo maggio, con il numero uno in Italia e terzo nel ranking mondiale secondo The World’s 50 Best Restaurants: Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena (www.osteriafrancescana.it), che brillerà ai fornelli fino a domenica 3 maggio e poi, a seguire, avremo i migliori interpreti della cucina italiana (da Davide Oldani a Marco Stabile, neo eletto presidente JRE), ma anche grandi nomi internazionali come Toni Mantuano a Diego Muñoz (che prenderà il posto di Gastón Acurio all’Astrid y Gastón di Lima). E non crediate che finisca qui: perché, se fino ad adesso abbiamo parlato dei turni da mercoledì a domenica, all’interno della stessa settimana, nello spazio Contemporary Italian Chef, ci sara’ anche quello del lunedì + martedì. Qui, a pranzo e di nuovo per sei mesi si alterneranno 26 grandi chef tutti italiani.

Andrea Ribaldone
Andrea Ribaldone

“Infine – svela Paolo Marchi – ogni domenica avremo pranzi a quattro mani con lo chef che firma il menù dei cinque giorni e un suo collega star dell’enogastronomia di un paese ospite dell’Expo e ognuno cucinerà due piatti a testa”. A organizzare e mettere a disposizione una brigata di cucina di venti persone sarà per tutti i sei mesi l’executive chef Andrea Ribaldone de I due Buoi di Alessandria (www.iduebuoi.it), che si occuperà anche di ideare e preparare un menù ‘Identità Golose’, con piatti tipici della tradizione italiana che potranno essere degustati come alternativa del menù dello chef ospite. Il costo di ogni menù a pranzo e a cena, composto da quattro portate vini inclusi, sarà di 75 Euro.

Italian & International Best Chefs

Ugo Alciati
Ugo Alciati

  • 1-3 maggio: Massimo Bottura – Osteria Francescana, Modena
  • 6-10 maggio: Ugo Alciati – Da Guido, Serralunga d’Alba
  • 13-17 maggio: Marco Stabile – Ora d’Aria, Firenze
  • 20-24 maggio: Emanuele Scarello – Agli Amici, Udine
  • 27-31 maggio: chef straniero (ancora top secret)
  • 3-7 giugno: Moreno Cedroni – Madonnina del Pescatore, Senigallia
  • 10-14 giugno: Davide Oldani – D’O, Cornaredo
  • 17-21 giugno: Pino Cuttaia – La Madia, Licata
  • 24-28 giugno: Diego Muñoz – Astrid y Gastón, Lima

Anticipazioni di luglio: Rodrigo Oliveira del Mocotò di San Paolo del Brasile, Davide Scabin del Combal.Zero di Rivoli, Annie Feolde, Italo Bassi e Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze.

Contemporary Italian Chefs

Antonia Klugmann
Antonia Klugmann

  • 4- 5 maggio: Christian e Manuel Costardi – Cinzia, Vercelli
  • 11- 12 maggio: Norbert Niederkofler – St. Hubertus, San Cassiano
  • 18-19maggio: Antonia Klugmann, L’Argine a Vencò, Dolegna del Colle
  • 1-2 giugno: Andrea Berton, Ristorante Berton, Milano
  • 8-9 giugno: Fabrizio Ferrari – Il Porticciolo, Lecco
  • 15-16 giugno: Angelo Sabatelli – Angelo Sabatelli, Monopoli
  • 22-23 giugno: Cristina Bowerman – Glass Hostaria, Roma
  • IMMAGINE
  • Finedininglovers
  • Claragigipadovani