Home Cibo Ritirate uova per possibile contaminazione

Ritirate uova per possibile contaminazione

di Marta Manzo

Il ministero della Salute ha richiamato dei lotti di uova rosse per possibile contaminazione da Fipronil: ecco cosa fare se le avete acquistate.

Le uova potrebbe essere contaminate da Fipronil: per questo, il ministero della Salute ha pubblicato il richiamo delle confezioni da 30 delle uova rosse fresche di categoria A, codice 3IT129CZ079 e con scadenza entro 28 giorni dalla data di deposizione, prodotte dall’azienda agricola Tomaino Rosina di Serrastretta (Catanzaro) nello stabilimento identificato con il marchio IT079047.

uovacontaminate_1

I prodotti richiamati sono stati distribuiti principalmente in Calabria e Sardegna. L’allarme è scattato grazie a un controllo a campione del servizio veterinario dell’Area C dell’ASP di Catanzaro. fipronil: sostanza tossica che può causare dolori addominali, nausea e vomito, ma anche danni più seri per la salute A far partire le indagini nel cagliaritano è stato, invece, un allevatore avvertito a sua volta da un supermercato che aveva recentemente rifornito. Il ministero raccomanda a chi avesse acquistato tali prodotti di non consumarli e restituirli presso il punto vendita, dove verranno sostituiti o rimborsati. Il Fipronil è, infatti, un insetticida contro i pidocchi delle galline il cui utilizzo è vietato nei Paesi dell’Unione europea. Si tratta di una sostanza tossica per l’organismo umano: piccole quantità potrebbero causare dolori all’addome, nausea e vomito, mentre se ingerito in grandi quantità potrebbe arrecare danni ben più gravi.