Home Cibo Ritirati filetti di acciughe per possibile rischio chimico

Ritirati filetti di acciughe per possibile rischio chimico

di Marta Manzo

Il ministero della Salute ha richiamato un lotto di filetti di acciughe sottolio Athena per possibile rischio chimico: ecco cosa fare se l’avete acquistati.

All’interno dei vasetti di acciughe potrebbe essere contenuta un’elevata quantità di istamina: per questo, il ministero della Salute ha pubblicato il richiamo dei Filetti di Acciughe in Olio di Oliva a marchio Athena venduti in vasetti da 80g (peso sgocciolato 42g), lotto SK343A con scadenza allo 08/06/2018. I filetti di acciughe sono prodotti per Eurospin in uno stabilimento ad Agadir in Marocco (Quartier Industriel Anza côte mer B.P. 6294 Anza-Agadir) e importato da Sea Fish Spa di Ospiate di Bollate (Milano).

acciugheeurospin

Il ministero raccomanda a chi avesse acquistato tali prodotti di non consumarli e restituirli presso il punto vendita, dove verranno sostituiti o rimborsati. L’istamina causa quella che è nota come sindrome sgombroide, intossicazione che porta sintomi simili a quelli di un’allergia: bruciore, prurito, cefalee, nausea e vomito, fino ad arrivare a tachicardia, ipotensione e ipertensione, problemi che, in genere, si scatenano entro quattro ore dal momento in cui si è ingerito l’alimento e che possono durare alcuni giorni.

  • IMMAGINE
  • Ministeri della salute
  • Il Fatto Alimentare