Home Cibo Ritirato salame nostrale per possibile contaminazione

Ritirato salame nostrale per possibile contaminazione

di Marta Manzo

Il ministero della Salute ha richiamato un lotto di salame nostrale per possibile contaminazione da salmonella: ecco cosa fare se l’avete acquistato.

All’interno del salame nostrale potrebbe essere presente la salmonella: per questo, il dicastero ha pubblicato il richiamo del prodotto venduto in formato da 800 grammi numero di lotto 170893, prodotto dall’azienda La Bottega di Adò nello stabilimento di via Nerino Garbuio a Montignoso (Massa-Carrara).

ritiro-prodotti_salame-nostrale-la-bottega-di-ado

L’infezione da salmonella può variare dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale (febbre, dolore addominale, nausea, vomito e diarrea) fino a forme cliniche più gravi, che si possono verificare soprattutto in soggetti fragili come anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario. Il ministero raccomanda di non consumare il prodotto, mentre l’azienda ha precisato che è stato inviato un avviso di richiamo da esporre nei punti vendita in cui è stato distribuito il salame.

  • IMMAGINE
  • Il Fatto Alimentare
  • Ministero della Salute