Artisti e chef si riuniscono a Montepellier per Cookbook ’19

23 Gennaio 2019

Dal 9 febbraio al 12 marzo 2019 si svolgerà, nelle sale de La Panacée, il noto centro d’arte contemporanea sito nel cuore di Montpellier, Cookbook ‘19, che si ripromette di esplorare la relazione tra l’arte culinaria del futuro e l’edibilità dell’arte, 25 chef e 20 artisti da tutto il mondo si riuniscono a montpellier assemblando una visione panoramica realizzata con l’ausilio di 25 chef e 20 artisti provenienti da tutto il mondo. Questo progetto, che dopo l’esordio nel 2013 alla École des Beaux-Arts di Parigi è giunto alla sua seconda edizione, è diretto da un team capitanato da Nicolas Bourriaud, curatore e critico d’arte già noto come socio fondatore del Palais de Tokyo e direttore di Montpellier Contemporain e di Andrea Petrini, giornalista di food, scrittore, curatore culturale, globetrotter e creatore dei World Restaurant Awards.

instagram-cibo

Nel corso degli ultimi 5 anni, grazie all’evoluzione dei trend nel mondo dell’arte e in quello culinario, è emersa una serie di nuovi criteri: il potenziale di Instagram, una attenzione particolare rivolta ai microorganismi e ai loro effetti sul corpo (gluten free, veganismo e via dicendo), l’identità culinaria e i vari aspetti della globalizzazione, come l’appropriazione culturale e il locavorismo. L’edizione del 2019 metterà a fuoco le inedite convergenze di queste tematiche, sottolineando il ruolo delle nuove generazioni di creativi spinte dal desiderio di interagire con il loro ambiente e di esplorare la possibilità degli stimoli multisensoriali. Le scelte di queste nuove generazioni sono alimentate e motivate da frequenti incursioni esplorative nei reciproci mondi d’origine: i cuochi faranno musica dal vivo e ci consentiranno di entrare fisicamente nello spirito dei piatti proposti, mentre gli artisti ci incoraggeranno a sviluppare e accrescere i sensi del gusto e dell’olfatto.

cookbook-19

Attraverso il confronto e la collaborazione tra le diverse discipline, saranno messe in evidenza le caratteristiche comuni dalle pratiche dei creativi: la preponderanza dell’immagine come strumento comunicativo, il declino dell’importanza autoriale a favore del ruolo della collaborazione, l’integrazione di un rinnovato rapporto con il tempo nell’approccio alla materia e la crescente importanza del processo rispetto al risultato finale. I visitatori potranno immergersi in una sofisticata rete di interessi condivisi, siano essi sociali, politici o economici, tramite l’utilizzo di pratiche creative che sono in grado di offrire costantemente nuove possibilità. L’iniziativa sarà accompagnata da un ricco programma di eventi, che spazierà dalle performance degli chef e degli artisti, alle conferenze e le proiezioni.

danny-bowien-2

L’apertura ufficiale è prevista a La Panacée venerdì 8 febbraio 2019 alle ore 19. La mostra sarà aperta dal mercoledì al sabato dalle 12 alle 20 e la domenica dalle 10 alle 18. L’ingresso è gratuito.

La lista degli chef che parteciperanno

mauro-colagreco

Iñaki Aizpitarte
Maksut Askar
Danny Bowien
Manoella Buffara
Riccardo Camanini
Jeremy Chan
May Chow
Amanda Cohen
Mauro Colagreco
Thomas Frebel
Rodolfo Guzman

antonia-klugmann

Healthy Boy Band
Esben Holmboe Bang
Jordan Kahn
Chiho Kanzaki
Antonia Klugmann
Alberto Landgraf
Richie Lin
Nadine Levy Redzepi
Virgilio Martinez
René Redzepi
Niko Romito
Ana Roš
Colombe St-Pierre
Gilles Stassart

La lista degli artisti

pole-fromage

Davide Balula
Dorian Bauer
Nicolas Boulard
Tiphaine Calmettes
Elise Carron
Cozinha Radicante (Roberto Cabot / Rebecca Lockwood / Ynaïe Dawson/ Rosa Branca)
Nicolas Daubanes
Beth Galton
Tania Gheerbrant & Mahalia Köhnke-Jehl
Sakir Gökçebag
Valentina Karga & Tessa Zettel
Esmeralda Kosmatopoulos
Charlie Malgat
Fanny Maugey
Mathieu Mercier
Pôle-Fromage (Inès Day /Jeanson Péchin)
Sean Raspet
Natsuko Uchino
Mélanie Villemot
Zoe Williams

A cura di Paola Porciello.