Corbezzoli! Come usare questo frutto dimenticato in cucina

28 Gennaio 2019

Esistono in natura alcuni frutti dimenticati, poco popolari e diffusi, ma non per questo meno ricchi di proprietà benefiche e di versatilità. Uno di questi è il corbezzolo, una bacca commestibile di un arbusto sempreverde appartenente alla stessa famiglia del mirtillo. Il corbezzolo ha la polpa gialla e un po’ acidula e una buccia granulosa, ha dimensioni simili a quelle di una grossa ciliegia e difficilmente si trova al mercato o nei supermercati.

Le foglie del corbezzolo hanno ottime proprietà antinfiammatorie, indicate soprattutto nel trattamento di infiammazioni delle vie urinarie, dei reni o di febbre. La polpa matura del frutto, invece, è molto ricca di zuccheri e vitamine. Il miele di corbezzolo, infine, ha proprietà diuretiche, balsamiche e disinfettanti.

Gli usi in cucina

Gli usi in cucina del corbezzolo partono proprio dalle preparazioni fitoterapiche, quindi dalla realizzazione di infusi e decotti, ma non mancano anche marmellate e dolci vari. Consideriamo, però, che non è consigliabile ingerire una quantità eccessiva di questi frutti perché possono causare indigestione, stitichezza o nausea.

  1. Tisana. Lasciate in infusione 6 grammi di foglie essiccate di corbezzolo in acqua bollente per circa 15 minuti. Filtrate e bevete. Ottimo contro le infiammazioni della vescica.
  2. Confettura. Si utilizzano mediamente 700 g di zucchero di canna per ogni chilo di polpa di corbezzoli e la scorza di un limone. Dopo aver iniziato la cottura, è consigliabile passare la polpa al setaccio per eliminare i semi. Quindi rimettere sul fuoco fino a quando non si sarà addensata.
  3. Aceto. Raccolti ancora non completamente maturi, i frutti del corbezzolo possono aromatizzare l’aceto insieme a qualche foglia di alloro. Dopo circa un mese l’aceto sarà pronto e leggermente più dolce del normale aceto.
  4. Liquore digestivo. Lasciate in infusione i frutti nell’alcool insieme a zucchero, limone, acqua, chiodi di garofano e cannella. Dopo 3 settimane, il liquore ben filtrato sarà un digestivo perfetto.
  5. Crostata. Un guscio di classica pasta frolla aromatizzata con limone e cannella è perfetto per accogliere la marmellata di corbezzoli. Provare per credere!
  6. Torta. Fate macerare i corbezzoli con zucchero e rum per un paio d’ore, scolateli e distribuiteli sul fondo di una teglia imburrata e infarinata. Versateci sopra l’impasto della vostra torta di mele preferita e il gioco è fatto!