Il Magnum vegano è veramente un Magnum?

17 Febbraio 2019

Copertura di cioccolato, gelato morbido e cremoso, lo stecco in legno: sono questi gli ingredienti principali del Magnum Classic. Tanta bontà però era rimasta finora inaccessibile a vegani e intolleranti al lattosio, il gelato vegano è uno dei food trend degli ultimi anni a causa delle componenti animali presenti nella crema. Ma Magnum ha deciso di metterci una pezza e di lanciarsi in uno dei food trend che nel 2024 varrà oltre un miliardo di dollari. Anche in Italia è infatti disponibile il Magnum Vegan Classic, “un prodotto 100% vegetale, che permette ai vegani di condividere un cremoso momento di piacere senza bisogno del latte”, promette la réclame del gelato. Da gennaio 2019 è possibile gustare anche la variante alle mandorle.

Vegano ovviamente non significa di pessima qualità. Unilever, multinazionale proprietaria anche del marchio Algida, sotto la cui egida è nato anche il celebre Unicornetto, ha selezionato i chicchi di cacao che arrivano dalle fattorie certificate Rainforest Alliance. Per ottenere la crema si utilizza una proteina ricavata dal pisello, che funge da alternativa completamente vegetale del latte. Il gelato vegano non è più un tabù: grazie all’utilizzo della soia, è possibile ottenere un cono gustoso senza contravvenire alla propria scelta di vita. Ma per alcuni – nello specifico gli allevatori australiani – “senza latte non può essere gelato“. Di fatto la legge del Paese non prevede che i prodotti senza crema o latte possano essere chiamati gelato.

Ma il prendere piede degli stili di vita vegano e vegetariano è ormai inarrestabile. In America sono già tantissimi i brand che hanno lanciato sul mercato gelati vegani (pare) con ottimi risultati. Per tutti gli altri che desiderano il vero gelato, il Magnum Classic è ancora disponibile.