Genova Wine Festival: al via la prima edizione

21 Febbraio 2019

Il primo weekend di marzo, per la precisione sabato 2 e domenica 3 marzo dalle 11 alle 20, a Genova si svolgerà la prima edizione del Genova Wine Festival. Un evento degustazione che avrà come protagonista il vino dei genovesi, inteso come vino prodotto storicamente in regione, ma anche il vino consumato e maggiormente apprezzato dalla popolazione della città. È un fatto noto che Genova, in quanto città commerciale, sia sempre stata una grande importatrice di prodotti di vario genere: questo vale anche per il vino. La manifestazione prende vita grazie all’inedita collaborazione tra l’attivissima associazione culturale genovese Papille Clandestine, già promotrice del fortunato Genova Beer Festival, e il web magazine Intravino.

Il vino dei genovesi dunque protagonista assoluto di questo primo evento all’interno di un luogo più che suggestivo e importante per la città: le sale del Maggior e del Minor Consiglio del Palazzo Ducale. il cuore delle festival sono le 50 cantine scelte per la manifestazione Un luogo che ha fatto la storia della Repubblica di Genova, nel vero senso della parola: è in queste sale infatti che venivano prese importanti decisioni, politiche, strategiche e commerciali. Il cuore di questo festival è una selezione accurata di 50 cantine che si sono distinte sotto diversi punti di vista: qualità, produzione diretta, attenzione al territorio e cura della vigna, dimensioni ridotte o conduzione famigliare. Con uno sguardo privo di barriere ideologiche: dal precursore delle anfore Gravner alla costanza qualitativa di una cantina cooperativa come quella dei Produttori di Barbaresco, fino a nomi come Dettori (Sardegna), Scarpa (Piemonte), Fattoria dei Barbi (Toscana).

Uno degli aspetti più interessanti è la riscoperta del vino di Coronata, un tipico vino urbano genovese quasi scomparso: urbano perché le vigne si trovano in Val Polcevera, di fatto all’interno della città. Non mancano i vini delle difficili, quasi eroiche, produzioni delle Cinque Terre, presente anche la tanto amata Barbera del vicino Piemonte, i vini dell’Oltrepò, ma anche i liguri Rossese, Granaccia, immancabile il Grignolino. Uno sguardo è inevitabilmente rivolto anche alle regioni meno vicine, come Veneto, Alto Adige, Friuli, Valle d’Aosta, fino ad arrivare al Sud.

Il Salone del Maggior Consiglio sarà il palcoscenico dedicato alle aziende vinicole e ai loro vini, mentre il Salone del Minor Consiglio sarà lo spazio dedicato ad alcuni stand che proporranno il meglio della gastronomia ligure e non solo. un momento per assaporare il meglio della gastronomia ligure e non solo Formaggi, salumi, prodotti da forno, torte salate, fino al pesto. Specialità che si potranno assaggiare durante la manifestazione o acquistare da asporto. Il Genova Wine Festival non si limita all’esposizione, infatti in occasione dei 10 anni del webmagazine Intravino, punto di riferimento del panorama nazionale enologico, è previsto un ricco programma di laboratori, incontri e degustazioni, che vede anche la collaborazione del Master in Wine Culture, Communication & Management dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. La manifestazione poi coinvolgerà diverse realtà cittadine grazie a un calendario di incontri off nei locali della città vocati alla proposta enologica di qualità, dove si potranno conoscere alcuni produttori ancor più da vicino, tra cene e aperitivi.