Oggi è la giornata internazionale della lentezza, a partire dalla colazione

27 Febbraio 2019

Oggi è la Giornata Internazionale della Lentezza, è il momento della quotidianità più sacrificato una ricorrenza nata in opposizione alla frenesia della vita moderna e per ritrovare i naturali ritmi dell’uomo, l’attenzione per un esistenza assaporata con calma non può che partire dalla colazione. È infatti questo il momento della quotidianità che si tende maggiormente a sacrificare, data la necessità di lanciarsi in una folle corsa contro il tempo tra mezzi pubblici e impegni di lavoro. Eppure una colazione lenta è la chiave non solo per vivere una giornata più soddisfacente, ma anche e soprattutto per rinforzare mente e organismo.

A dispetto della nomea che vede gli italiani come il popolo per antonomasia che più si gusta la vita, sullo Stivale quella della colazione è un’abitudine assai frettolosa. Secondo i dati dell’Osservatorio Doxa/Unionfood per Io Comincio Bene, la media tricolore per il primo pasto quotidiano è di soli 10 minuti, con il 20% dei connazionali che addirittura vi dedicano meno di 5 minuti. Quali sono, di conseguenza, i 7 benefici di una colazione slow? Riprendersi i propri spazi, e godere appieno di una colazione lenta, è essenziale per ritrovare il proprio equilibrio, migliorare la salute e inaugurare la giornata con uno slancio più positivo. Sono ben 7 le ragioni che dovrebbero convincere tutti a rallentare, ecco quali:

  1. Più energia. Poter approfittare di una colazione lenta, e di un menu completo ed equilibrato, è la chiave per disporre di più energia nel corso della giornata. La colazione è un pasto a tutti gli effetti, così come sottolinea la dottoressa Migliaccio, e deve essere in grado di sostenere corpo e mente per la gran parte della giornata. Pertanto, i carboidrati dovranno essere circa il 70% dell’intero pasto, privilegiando prodotti da forno, biscotti, pane, fette biscottate e muesli, da accompagnare con un bicchiere di latte o un vasetto di yogurt, quindi frutta fresca di stagione.
  2. Più serenità. Concedersi una colazione lenta, almeno una quindicina di minuti, rende meno traumatico attivarsi dopo il sonno notturno, come spiega la dottoressa Medde. Il corpo umano non è abituato a risvegli bruschi, perciò prendersi i propri tempi permette di godere di un umore più positivo e sereno per tutto il corso della giornata.
  3. Più digestione. Mangiare con lentezza consente di migliorare sensibilmente il processo digestivo, non solo evitando pesantezze a livello di stomaco, ma anche e soprattutto aiutando all’organismo ad assorbire tutti i principi nutritivi. Masticare adeguatamente è molto importante, inoltre questa abitudine ha effetti anche sulla mente, offrendo un senso di grande soddisfazione.
  4. Più intimità. La mattina rappresenta il momento migliore per parlare con il proprio partner, incrementando l’intimità di coppia. E spesso la conversazione è più sincera e profonda rispetto a quella che si intavola a cena, frequentemente un mero confronto su come è andata la giornata.
  5. Più dialogo. Una colazione lenta permette di dedicare tempo alle persone che si amano, quelle che compongono la propria famiglia. È un attimo da dedicare alle emozioni, all’ascolto reciproco, soprattutto dei più piccoli: questi ultimi avranno la possibilità di raccontare i propri sogni, trovando supporto nei genitori.
  6. Più giovinezza. Iniziare la giornata lentamente rallenta il processo d’invecchiamento, poiché riduce le tensioni sull’organismo, limita l’azione dei radicali liberi e rilassa la mente. Scegliendo i giusti alimenti, come frutta e verdura, si potrà quindi approfittare della loro azione antiossidante, grazie alle vitamine A e C, nonché ai polifenoli.
  7. Più planning. La colazione, infine, è l’occasione perfetta per focalizzarsi sugli obiettivi della giornata, riflettere e pianificare le proprie strategie. “Prima di iniziare una travolgente giornata – spiega la dottoressa Madda – possiamo prendere maggiore consapevolezza delle nostre emozioni, dei nostri bisogni e dei progetti per realizzarli”.