Vinifera: celebrare i vini dell’arco alpino a Trento

8 Marzo 2019

La bellissima città di Trento si prepara a ospitare il salone dei vini artigianali dell’arco alpino, Vinifera, in programma alla Fiera di Trento sabato 23 e domenica 24 marzo. Non solo il capoluogo, ma tutta la regione del Trentino, dal 7 al 22 marzo, sarà coinvolta in aperitivi letterari, convegni e incontri, in attesa del salone dedicato al vino.

IL FORUM

Tra gli eventi da non perdere, il 7 marzo alle 18 l’aperitivo letterario Tralci e stralci, da Moby Dick al Blauwal alla Libreria due punti di Trento. Il 9 marzo ad Arco Andrea Santuliana dell’Agriturismo Maso Bòtes vi condurrà alla scoperta dell’arte della potatura passeggiando tra gli ulivi dell’azienda; a seguire, una degustazione di oli e un brunch accompagnato dai vini di Comai. Venerdi 15 marzo all’Enoteca Grado 12 di Trento, alle 17.30, Andrea Paternoster presenterà in anteprima alla stampa e ai clienti dell’enoteca l’idromiele L’Esuberante, nella versione di Mieli Thun.

Il 17 marzo a Nogaredo il vignaiolo Marco Zani vi porterà alla scoperta del borgo medievale di Castel Noarna: a seguire degustazione di vini biologici nei vigneti che circondano il Castello.tra i vari laboratori, si parla di sidro, cambiamenti climatici e del borgo di castel noarna  Il Bar Circolo Santa Maria di Rovereto ospiterà una presentazione tematica e degustazione di sidro alle 19 di martedì 19 marzo: Gianluca Telloli dell’azienda Sidro Maley racconterà i segreti del suo lavoro tra i campi di meli della Valle d’Aosta e di Chamonix. Primavera al museo: il 21 marzo all’interno del Muse di Trento alle 18, il ricercatore Lukas Egarter Vigl vi porterà a scoprire gli effetti del cambiamento climatico sulla viticoltura in alta montagna. Il Forum si concluderà il 22 marzo a Lavis con una visita alla cantina e al vigneto Eredi di Aldo Cobelli, di particola interesse per la specificità della collina di gesso.

VINIFERA

La manifestazione sarà un percorso d’amore tra i vitigni dell’arco alpino accompagnati da 60 vignaioli artigiani che hanno scelto una viticoltura orientata alla sostenibilità e alla tutela del territorio. parteciperanno anche francia, austria e slovenia Le regioni coinvolte saranno la Valle d’Aosta, il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, il Trentino-Alto Adige, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, ma anche  i vignaioli Dorner dall’Austria, Les Terre Promises dalla Francia, e dalla Slovenia arriveranno Klinec e Slavcek . Dietro ai banchi di Vinifera troverete produttori accomunati dalla scelta di lavorare dedicando attenzione al territorio e alle persone che ci vivono. Inoltre i produttori potranno vendere i loro vini in fiera. Troverete anche una selezione di produttori artigianali di cibo provenienti dal Trentino e dall’Alto Adige.

Sabato 23 marzo

Sabato 23 marzo alle ore 12 Gianpaolo Giacobbo guiderà l’analisi sensoriale di sei vini alpini rifermentati in bottiglia. Alle 14.30 Claudio Moser e Marco Stefanini  condurranno Potenzialità e limiti dei vitigni resistenti, un doppio appuntamento con sguardo sul futuro della viticoltura europea. Alle 15.30 Matteo Gallello di Porthos edizioni presenterà il saggio Il vino capovolto, scritto dal professor Jacky Rigaux e dal giornalista e scrittore Sandro Sangiorgi.  Alle 16 Alessia Morabito e Vea Carpi terranno un workshop sulle tecniche e gli strumenti adatti a fermentare le verdure in casa, con alcuni esempi di preparazioni gourmet.

Domenica 24 marzo

Domenica 24 alle ore 12 ci sarà AltRa Quota, una degustazione guidata da Francesco Gubert e Michele Girelli, con  formaggi d’alpeggio e vini di montagna. Alle 14.30 ci si potrà immergere nel futuro del sistema vitivinicolo del Trentino Alto-Adige attraverso lo sguardo dei giovani vignaioli e l’assaggio dei loro vini. Alle 15.30 una verticale  imperdibile di Perciso, il vino che nasce da un vigneto piantato a inizio ‘900 e composto da 727 ceppi di Lambrusco a foglia larga, riscoperto e conservato dal gruppo di vignaioli I Dolomitici. Gran finale con la consegna del premio La Picca d’Oro.