Palermo: dove si fa la migliore colazione?

27 Marzo 2019

I nutrizionisti lo ripetono a gran voce, la prima colazione è senza dubbio il pasto principale della giornata e non deve essere mai saltata. I palermitani – e i siciliani in generale – sono dei grandi estimatori del buon cibo e dei piaceri della tavola ma nonostante tutto al mattino sono soliti consumare frettolosamente il caffè al bancone del bar. Non si tratta certo di inappetenza, visto che già a partire dalle ore 10 parte la caccia al meglio dello street food: abbiamo selezionato 10 locali diversi, spaziando dalle pasticcerie alle nuove caffetterie panelle, crocchè, sfincione e i famosi pezzi salati come il calzone fritto. Negli ultimi anni a Palermo la situazione è decisamente mutuata. C’è una maggiore attenzione all’aspetto salutistico e la consapevolezza di quanto sia necessaria una corretta alimentazione per affrontare, con la giusta dose di energia, gli impegni di studio e lavoro. Senza dimenticare poi gli effetti della globalizzazione e le influenze anglo-americane che, soprattutto tra i più giovani, hanno sdoganato pancake, muffin e caffè americano anche a queste latitudini mediterranee. L’elenco dei bar di Palermo dove trovare una buona prima colazione è troppo lungo. Abbiamo pertanto selezionato 10 locali, diversi per tipologia, spaziando dalle pasticcerie storiche alle caffetterie di nuova generazione, per accontentare i gusti di tutti. Ecco i nostri consigli:

  1. Bioesserì (via Giuseppe La Farina, 4). Il bistrot biologico dei fratelli Vittorio e Saverio Borgia è stato il primo locale di Palermo a offrire gratuitamente ai propri clienti una vera e propria working station con connessione wifi stabile, stampante e tablet in dotazione. Ricca l’offerta di cornetti sfogliati a mano e danesi alle mele, i più richiesti dagli assidui frequentatori del mattino. La specialità sono le torte da forno alle mele, carote e al cioccolato, servite in fette monoporzione. Dal banco frigo si sceglie la frutta per i buonissimi centrifugati. Per quanto riguarda la caffetteria, Bioesserì si affida alle miscele bio di altissima qualità dell’azienda siciliana Morettino. Apertura alle 07:30, il sabato e la domenica alle 08:30.
  2. Pasticceria Matranga (via Sciuti, 60). Una delle pasticceria più conosciute di Palermo. Nel nuovo locale di via Sciuti la prima colazione si identifica con due golosità cult della famiglia Matranga: la pasta Belem con crema e cannella, ispirata al famoso dolce di Lisbona, e le immancabili lunette. Si tratta di una pasta sfoglia caramellata al forno, creata più di 20 anni fa, con diversi ripieni: pere e noci, cioccolato, crema gialla, ricotta, mela e cannella. Per chi invece preferisce i classici lievitati, non mancano i cornetti artigianali preparati ogni giorno nel laboratorio sotterraneo e visibile da una vetrata al centro della sala. Apertura tutti i giorni alle 7.
  3. Sikulo Bistrot Gastronomico (piazza Diodoro Siculo, 2). Sikulo è caffè, bistrot, pizzeria e ristorante. Il locale, aperto nel 2011 da Mauro e Massimo Pomo, propone per la prima colazione differenti tipologie di lievitati, preparati ogni giorno con prodotti freschi e di qualità dallo chef Girolamo Di Stefano: sfoglie, croissant, brioche e, per i più golosi, le torte monoporzione. Oltre ai succhi e alle centrifughe, al bancone ci si lascia conquistare dalle fantasiose e buonissime creazioni di latte art di Alfonso Giuffrè che con un sorriso augura il buongiorno ai clienti. Apertura alle 6, il sabato e la domenica alle 06:30.
  4. Oscar (via Mariano Migliaccio, 39). Un’idea originale è quella di iniziare la giornata con le celebri torte monoporzioni che hanno fatto la storia di questo locale, fondato negli anni ’60 dalla famiglia Di Gaetano, tanto amato dai palermitani: profiterole al cioccolato, torta devil al cioccolato con panna, torta Mozart montata al burro e aromatizzata all’arancia con crema pasticcera, fragoline e uno strato di marzapane e panna bianca, Pistacchiotta e la moderna Oscar ’65, ideata dal pastry chef Giovanni Catalano e composta da un biscotto morbido al pistacchio con un pralinato di nocciole e cereali, bavarese alla vaniglia con gelée al lampone, mousse gianduia glassata a specchio ai frutti rossi. Il caffè è del brand siciliano Morettino. Si sceglie tra l’espresso e il caffè filtro 100% arabica con due metodi di preparazione, french press e americano. Apertura ogni giorno alle ore 07.
  5. Cuma Natural Bar (piazzetta Bagnasco). Aperto da poco più di anno, Cuma è il primo natural bar di Palermo con fresh market. Una vera oasi di relax in pieno centro città, caratterizzata da un arredamento originale che richiama i locali nordeuropei. La frutta e la verdura per le centrifughe sono in bella mostra nel bancone centrale a vista. La più richiesta è quella rivitalizzante con mela, carota, limone e zenzero a cui si possono abbinare muffin (allo zenzero, integrale ai frutti di bosco), tortino (carote, cioccolato, cocco), sfoglia vegana (melograno e ribes o mirtilli), mentre per chi preferisce il salato ci sono le uova bio strapazzate e i bagel del giorno. Apertura ogni giorno dalle 07:30.
  6. Bar Vabres (via Michele Cipolla, 65). Punto di forza di questo bar a conduzione familiare è l’espresso preparato da Alessio Vabres, barman pluripremiato in diverse competizioni nazionali. Tra le miscele da provare segnaliamo il blend di Histo Caffé (70 % arabica e 30% robusta), moderna e dinamica torrefazione siciliana, lo speciality coffee a rotazione settimanale, la miscela 100% arabica e poi l’Ethiopia aricha, nato dalla recente collaborazione di Vabres con una micro torrefazione catanese. Apertura alle 06:30 (la domenica alle 7).
  7. Cioccolateria Lorenzo (via Quattro Aprile, 7). La cioccolateria di Roberta Milazzo e Vincenzo Di Michele si trova in prossimità di piazza Marina dove il fine settimana si svolge il mercatino dell’antiquariato. Punto di forza di questo delizioso locale del centro storico sono le torte di produzione propria da accompagnare alle cioccolate fatte a mano e senza preparati, così come l’ampia offerta di cioccolatini. Per scelta dei titolari, i dolci della tradizione siciliana lasciano spazio alle classiche torte preparate in casa: caprese, pere e cioccolato, brownie e cheesecake. L’intenzione è quella di creare un’atmosfera intima e casalinga, dove incontrarsi e concedersi un momento di pausa dalla frenesia quotidiana. In estate si fa colazione con gelati e sorbetti, sempre homemade, nel gradevole giardino esterno. Apertura alle 08:30 (chiuso il lunedì).
  8. Io.Bio (via Gaetano La Loggia, 124). A due passi dalla Cattedrale di Palermo, Io.Bio è l’innovativo concept di fattoria urbana, aperto nel novembre 2018 da Marco Piraino, che consente una fuga dalla città senza allontanarsi davvero. Una volta entrati all’interno di questo agribistrot si è subito catapultati in un luogo ameno con orto e fattoria per animali domestici e da cortile. Consigliato per famiglie con bambini. Tutti i prodotti della pasticceria sono preparati dallo chef con farine da grani biologici siciliani. Per chi, invece, preferisce una colazione vegana c’è il cornetto e il cappuccino con latte di soia e riso. Apertura alle 07:30 (chiuso la domenica).
  9. Casa Stagnitta (discesa dei Giudici, 46). Gli Stagnitta sono maestri torrefattori da quattro generazioni. Nel 2016 la decisione di aprire una moderna caffetteria adiacente alla bottega storica di famiglia in piazza Bellini, dove la scrittrice palermitana Giuseppina Torregrossa ha ambientato il libro La miscela segreta di casa Olivares. Casa Stagnitta, nel cuore dell’itinerario arabo-normanno di Palermo, è il punto di riferimento per gli amanti del caffè che qui potranno trovare materie prime d’eccellenza come il Kopi Luwak e il Jamaica Blue Mountain, anche detto il re dei caffè. Ci si siede nei tavolini all’esterno per ammirare la bellezza mozzafiato dei monumenti del centro storico finalmente pedonalizzato. Apertura alle 06:15 (chiuso la domenica).
  10. Spinno (via Marche, 12). In palermitano lo spinno è un desiderio irrefrenabile, in genere rivolto al cibo. Il locale di Chiara Chiaramonte, aperto nel 2015, è il luogo ideale per chi vuole mangiare sano e con gusto anche fuori casa. Un modo nuovo di concepire la caffetteria e la cucina. Tutti i prodotti per la prima colazione sono realizzati con la farina siciliana di tumminia di Molini del Ponte di Castelvetrano. Spinno è particolarmente amato da vegetariani e vegani che qui possono trovare brioche con creme artigianali al limone, caffè e nocciole, biscotti al cocco gluten free e semifreddo alle nocciole. Il caffè è quello della linea Morettino bio a cui è possibile aggiungere cannella e zenzero. In inverno, quando è stagione, sono disponibili le buonissime spremute di arance fresche.   Apertura alle 08:30 (la domenica alle 11).

Clicca qui per visualizzare la mappa