Birra unicorno: ne avevamo bisogno?

1 Aprile 2019

Luccicante, fruttata, dal sapore di biscotto. E non poteva che essere così, visto che nasce dall’incontro tra una birreria artigianale e una fabbrica di ciambelle. Si chiama Sour Me Unicorn Farts e arriva dall’America la birra unicorno in edizione limitata prodotta dal birrificio artigianale DuClaw, del Maryland, in joint venture con la Diablo Doughnuts, brand di donuts di Baltimora.

Color arancio e rosa, glitterata e confezionata in lattine rigorosamente celesti o rosa, questa birra parte da un processo di fermentazione in cui un mix di cereali fruttati e aromatizzati alla vaniglia sono mixati a degli speciali glitter commestibili, che le donano un aspetto perlato veramente particolare. Alza 5,5 gradi e ha avuto un primo lancio nelle birrerie nei dintorni di Baltimora: nei prossimi mesi dovrebbe raggiungere la grande distribuzione nazionale e, chissà, forse un giorno arriverà anche in Italia.

In effetti, nel mondo dell’unicorn food, una birra mancava proprio: dopo il vino, le torte, i donuts, i toast o i noodles cangianti e i più famosi frappuccino di Starbucks e Unicornetto di Unilever, un nuovo prodotto che richiamasse questo tanto amato animale fantastico, in vista dell’estate, ci stava proprio bene. Ma non siamo sicuri di volerla bere. E voi?