L’anno delle creme spalmabili: 7 proposte alternative

8 Aprile 2019

Non di sola maionese o di Nutella vive l’uomo, per questo a un certo punto ha inventato lo Spuntì. Che, notizia per i più curiosi, esiste ancora: ebbene sì, potete ancora trovare questa crema a base di tonno nei supermercati. Ma di creme spalmabili ce ne sono a decine, dolci e salate, classiche o così originali da sembrare inverosimili: crema alla birra, ai semi di zucca, alla canapa. Forse, però, spalmato su una fetta di pane casereccio è tutto buono, un po’ come il fritto. Provate queste 7 varianti e fateci sapere.

  1. Paté di salmonecugino della più nota crema al tonno, il paté di salmone (anche in vendita in tubo) è una soluzione veloce e pratica per condire tartine, bruschette, panini e verdure grigliate. Se non amate il sapore un po’ finto, provate a rifarlo a casa ispirandovi alla nostra ricetta del patè di tonno.
  2. birra spalmabileCrema alla birra: nell’epoca d’oro delle birre artigianali non poteva mancare la crema spalmabile a base di luppolo. È una vera e propria birra spalmabile, dal sapore dolce e un retrogusto amarognolo, prodotta in due versioni a partire da birra scura e birra chiara. Come si utilizza? A piacere su carne, pesce, crostini, verdure e formaggi, ma anche dolci a base di cioccolato.
  3. Crema di peperoncinidiffusissima in Calabria, patria italiana del piccante, la crema di peperoncini si trova in vendita nei negozi di specialità regionali e nei supermercati molto forniti. Come si gusta? Sul pane, ovviamente, ma anche come condimento della pasta e per dare un tocco diverso a carne e pesce. A volte si arricchisce anche con i peperoni, che ne smorzano la piccantezza.
  4. Crema di mandorle: sta vivendo un vero e proprio boom, sulla scia del successo dei prodotti bio, naturali e proteici. La crema di mandorle esiste in diverse varianti: mandorle bianche, scure, senza zuccheri aggiunti, salata o arricchita con altri ingredienti. Può essere utilizzata come base burrosa su fette biscottate o panini, in ricette di pasticceria e negli impasti al posto del burro.
  5. Crema di pistacchio: se quando la incontrate all’interno di brioche e croissant venite colti da crisi mistiche, sappiate che la crema di pistacchio è in vendita anche da sola, in barattolo, in versione dolce o al naturale. Quest’ultima si può utilizzare anche per piatti e preparazioni salate.
  6. Crema di semi di zuccadi colore verde spento, questa crema oleosa si trova in vendita soprattutto nei negozi di alimenti bio e naturali. Ottenuta dal seme tostato e macinato, è molto buona spalmata sul pane o come farcitura di sandwich vegetariani.
  7. Crema di canapa: ottenuta dai semi tostati della pianta, sul mercato italiano è ancora semi-sconosciuta. Il sapore di questa crema è intenso e particolare, la consistenza densa e granulosa. Una crema spalmabile per gli chef più temerari e fantasiosi.