Apre Eataly Marais nel cuore di Parigi

12 Aprile 2019

Liberté, égalité, fraternité era il motto della Rivoluzione Francese, che poi divenne il motto della République: al valore della fraternité è dedicato Eataly Paris Marais, che apre oggi 12 aprile. È chiaro il riferimento alla parola latina frater, eataly apre a parigi nel quartiere marais con un locale da 4000 mq che esprime amicizia profonda e promuove i cugini d’oltralpe al grado, o meglio al legame parentale molto più stretto, di fratelli. Perché fratelli, o meglio sorelle, sono le due più grandi e riconosciute cucine al mondo, quella italiana e quella francese. Il taglio del nastro del nuovo Eataly è alle ore 12.12, nel cuore del quartiere Marais di Parigi. Su 4.000 metri quadri di cui 2.500 aperti al pubblico al 37 di rue Sainte-Croix de la Bretonnerie, in un complesso architettonico storico del gruppo Galeries Lafayette, franchisee del marchio italiano.

E 12 è un numero che ricorre spesso nell’apertura parigina: “Ci sono voluti 12 anni perché ci sentissimo pronti a realizzare il sogno di portare il meglio delle eccellenze regionali italiane nel paese che più di qualunque altro ha saputo valorizzare e raccontare i propri prodotti” spiega Andrea Guerra, Presidente esecutivo di Eataly. La location è davvero strategica: l’isolato in cui si trova Eataly è delimitato da un lato dal grande BHV Marais (Bazar Hotel de Ville), tra i più antichi grandi magazzini di Parigi, e dall’altro dalla Fondazione Lafayette Anticipations, luogo dedicato alla creatività di artisti, stilisti e performer. Non a caso il pavimento, il tetto e la porta d’ingresso sono installazioni di arte contemporanea dell’artista scozzese Martin Boyce, invitato dal Gruppo Galeries Lafayette.

L’edificio che ospita Eataly Paris Marais è oggi, dopo importanti interventi di riqualificazione, uno spazio multifunzionale su tre livelli, dove trovano posto il mercato, la ristorazione e la didattica, e in cui lavorano circa 300 persone, metà italiane e metà francesi. Aperto tutti i giorni della settimana, Eataly Paris Marais offre 7 punti di ristorazione tra cui Pasta e Pizza, La Piazza, Pizza alla Pala, Pasta Fresca Bar, il Caffè e il Gelato, l’Osteria del Vino in cui mangiare il meglio dei piatti della tradizione italiana ma anche degustare specialità regionali e prodotti di stagione. C’è anche il Bar Torino, aperto dal mattino fino a tarda notte per colazioni con tipica caffetteria italiana, aperitivi (con il vermouth torinese), insalate, panini e il caffè, con affaccio su un cortile interno, adiacente il mercato dell’ortofrutta.

Il ristorante più gourmand (o meglio, quello con l’atmosfera più raccolta e una carta da antipasto a dolce) è l’Osteria, al piano meno uno, inserito nella cornice dell’enoteca. Tutto il team di cucina è italiano, capitanato dallo chef Massimiliano Poli. I piatti saranno quelli iconici del Made in Italy: risotto allo zafferano, la cotoletta alla milanese, il polpo su crema di ceci, e dolci come il tiramisù, con la ricetta Eataly.

Accanto a questi vi è la possibilità di fare la spesa in un grande mercato italiano in cui acquistare le eccellenze italiane tra cui quelle di 500 piccoli produttori per la prima volta in Francia. Inoltre ci saranno frutta e verdura fresche, ma anche mozzarella, burrata e ricotta prodotte quotidianamente nel laboratorio nel cuore del negozio, i salumi e i formaggi, pane cotto in forno a legna e pasta fresca fatta a mano.

Completa l’offerta la Scuola di Eataly in cui adulti e bambini (i quali godranno anche di una programmazione gratuita) possono seguire una degustazione o sperimentare una ricetta venendo a conoscenza delle più autentiche tradizioni italiane. Per finire c’è l’enoteca – la più grande di vini italiani in Francia, con più di 1200 etichette. Questa apertura segna quindi l’esportazione del format Eataly per la prima volta in Francia: una scommessa, perché, si sa, Italia e Francia sono da sempre rivali nell’arte culinaria. Oscar Farinetti è pronto a cogliere la sfida: “Eataly farà tutto il possibile per offrire ai parigini il meglio della cucina e della cultura italiana. I francesi hanno sempre dimostrato grande apprezzamento per il cibo italiano e non li deluderemo. Siamo molto orgogliosi di essere rappresentati dal gruppo Galeries Lafayette, un marchio di altissimo prestigio, e ringraziamo la famiglia Houzé per aver condiviso in modo così profondo i nostri valori”.

  • IMMAGINE
  • C Thibaut Voisin