Cos’è il Cendol e perchè in Malesia lo amano

16 Aprile 2019

No, non è il nome di un principio attivo e né tantomeno dell’ultimo medicinale disponibile sul mercato, ma uno dei più famosi e apprezzati dessert malesiani. uno dei dessert più amati e rappresentativi della cucina malese Il Cendol (si pronuncia chendol) è un dolce originario di tutto il sud-est asiatico, ma particolarmente in voga tra le ricette tipiche della Malesia. Il carattere multiculturale della cucina malese, con profonde e numerose influenze cinesi, indiane e Nyonya ha consentito la rapida diffusione di questo dolce trovando numerosi consensi tra i gusti e le usanze di questo paese. I dessert malesi, infatti, si distinguono per il fatto di essere estremamente colorati e creativi: spesso si utilizzano uova, farina di fagioli o di riso, cocco, zucchero di palma e piante aromatiche tradizionali. Ma la caratteristica principale che non può mai mancare in un dessert malesiano è l’incredibile grado di dolcezza: nessuna via di mezzo, nessun ingrediente che ne stemperi l’intensità.

Ecco che, quindi, il cendol si è subito attestato tra i dessert più amati e apprezzati dai malesiani. Non solo per il fatto di essere estremamente dolce, ma anche perché è preparato con alcuni tra gli ingredienti che rappresentano la Santa Trinità del sud-est asiatico, la santa trinità dei dessert del sud-est asiatico comprende latte di cocco, pandan e zucchero di palma ossia: latte di cocco, zucchero di palma e pandan. Quest’ultimo non è altro che una pianta tropicale molto aromatica che si può trovare in commercio (in negozi di cucina asiatica) sotto forma di foglie, di estratto liquido o addirittura come preparato per prepararne torte e pancake. Oltre a questi ingredienti, per preparare il Cendol avrete bisogno anche di farina di fagioli rossi e fiocchi di zucchero di palma: come risultato otterrete un dessert dall’aspetto improbabile e curioso. Se a prima vista potrebbe sembrare di star mangiando una zuppa di noodles, in realtà sarete smentiti fin dal primo cucchiaio grazie alla dolcezza del mix di ingredienti utilizzati.

In pratica, il Cendol si presenta come un dessert dalla consistenza a metà tra il ghiacciato e l’acquoso in cui spaghetti di farina di fagioli – resi verdi dall’aggiunta del pandan – sono immersi in una profumata granita con latte di cocco, acqua e zucchero. Il tutto è poi completato da uno sciroppo dolcissimo (gula melaka syrup) a base di zucchero di palma e dalla pasta di fagioli verdi.

Come prepararlo

Iniziate dalla granita: tostate la noce di cocco in una casseruola a fuoco basso, mescolando continuamente fino a che non assumerà un aspetto dorato. procedete per step quando preparate il cendol Aggiungete l’acqua e lo zucchero nella padella e aumentate il calore. Portate la miscela a ebollizione e proseguite nella cottura per 5 minuti a fuoco lento. A questo punto unite anche il latte di cocco, togliete dal fuoco e lasciate riposare per circa 20 minuti. Filtrate il liquido in un contenitore e mettetelo in freezer per qualche ora: ogni tanto ricordatevi di rompere i cristalli di ghiaccio con una forchetta in modo da ottenere una consistenza simile a quella della granita.

Ora dedicatevi allo sciroppo (gula melaka): mettete l’acqua, lo zucchero di palma e un pizzico di sale in una casseruola e scaldate a fuoco lento fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto. A parte, frullate le foglie di pandan con un goccio d’acqua, filtrate il composto e aggiungete la farina di fagioli. Impastate il tutto e conferite una forma simile a quella degli spaghetti. Immergeteli nell’acqua ghiacciata per pochi minuti in modo che si rapprendano, quindi scolateli e lasciateli riposare. Impiattate il cendol alternando la granatina a base di latte di cocco con gli spaghetti di fagioli verdi e completate con lo sciroppo di zucchero di palma.