L’innovazione parte da qui: Seeds & Chips dal 6 al 9 maggio

17 Aprile 2019

Quattro giorni di conferenze e incontri per parlare dei grandi temi legati al mondo del cibo, dell’innovazione e delle sfide del pianeta: dal cambiamento climatico alla robotica, dal commercio online alla precision agriculture, fino allo spreco alimentare e all’economia circolare, a Fiera Milano Rho, dal 6 al 9 maggio, è tempo di Seeds&Chips 2019, quinta edizione del summit internazionale dedicato alla food innovation.

Centinaia gli speaker internazionali attesi – nelle edizioni passate anche l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama e confermato quest’anno l’attore e attivista Alec Baldwin – che saranno sul palco insieme a investitori e policy maker di tutto il mondo per confrontarsi e offrire soluzioni ai problemi più urgenti del nostro millennio, con l’obiettivo comune del raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile definiti dalle Nazioni Unite e la salvaguardia del futuro dell’umanità e del pianeta.

I temi

Si parlerà di mangiare intelligente, di proteine alternative, dell’evoluzione della tecnologia, delle strategie per eliminare la fame nel mondo. E per discutere di cibo e innovazione con le migliori pratiche e politiche volte alla sostenibilità ambientale, un focus speciale sarà dedicato all’Africa, in cui sono in corso i progetti più innovativi e considerata di primario valore strategico, al pari della Cina. Un nuovo focus speciale, inoltre, sarà dedicato al tema dell’acqua, una delle maggiori sfide dei prossimi anni a livello globale, al centro della passata edizione con la Call for Ideas WaterFirst!, che aveva raccolto 65 progetti provenienti da tutto il mondo.

Protagonisti i giovani

I veri protagonisti, però, saranno i giovani e giovanissimi: ogni conferenza vedrà infatti la partecipazione di uno speaker under 30 tra i ragazzi protagonisti della food revolution in atto, mentre i teenovator (teenager tra i 13 e i 19 anni) e gli young pioneer (tra i 20 e i 25 anni) introdurranno le sezioni tematiche. Confermato, inoltre il Give Me 5!, momento in cui i giovani innovatori avranno la possibilità di incontrare i top leader e presentare loro in cinque minuti il proprio progetto, nonché fare domande e trarne ispirazione per il futuro.

I nuovi progetti dell’arena

Come per le precedenti edizioni, anche quest’anno è prevista l’Arena, luogo destinato ad eventi e presentazioni di nuovi progetti e, oltre agli incontri, l'arena è il luogo destinato a eventi e presentazioni di nuovi progetti ci sarà una parte espositiva con startup, aziende, incubatori e proposte tecnologiche provenienti da Francia, Olanda, Israele, Australia (che ospiterà una edizione locale di Seeds&Chips a settembre) San Marino, Slovenia e Africa. Un luogo che sarà anche interattivo grazie a una smart home e una smart farm che consentiranno di provare le nuove tecnologie a disposizione della casa e della fattoria del futuro, così come un laboratorio di neuro gastronomy che analizzerà le reazioni tra cervello e cibo o, ancora, The Future Market, il mercato del futuro che focalizzerà l’attenzione sull’importanza della biodiversità.

In questo spazio espositivo sarà presentato anche il progetto Food Innovation Hub Network: ha l’obiettivo di creare, da qui al 2030, dieci hub di innovazione nel mondo del cibo in altrettanti paesi africani, che siano di collegamento tra i vari protagonisti della filiera alimentare e  che diventino luoghi di ricerca per la creazione di un business alimentare sostenibile.