How to: come cucinare la pasta di legumi

23 Aprile 2019

La pasta di legumi è ormai quasi un classico nel mondo delle alternative al grano. Prodotta a partire dalla farina dei legumi essiccati e macinati, la pasta di legumi può essere di lenticchie, fagioli, piselli o ceci, è adatta a un'alimentazione senza glutine e cuoce in meno tempo anche se ormai l’offerta è sempre più ampia e i produttori sgomitano per un posto sugli scaffali dei supermercati. Si tratta di una pasta sicuramente diversa da quella di grano, per sapore e consistenza, ma è ugualmente buona. Rispetto a quella di semola, inoltre, è più proteica e soprattutto senza glutine, essendo completamente priva di cereali. È quindi particolarmente adatta ai diabetici e a chi deve seguire una dieta gluten free. Tendenzialmente la pasta di legumi regge bene la cottura, con qualche differenza tra legume e legume (quella di lenticchie sembra avere una resa migliore). Se avete comprato il primo pacco per curiosità ma non sapete come procedere, seguite queste indicazioni. La pasta di legumi si prepara come la comune pasta di semola, ma cuoce in meno tempo, e si sposa bene con condimenti semplici.

  1. Dosi. Scaldate una pentola d’acqua (circa 1 l per ogni 100 g di pasta), aspettate che bolla, salatela e buttate la pasta di legumi. Per un adulto, la dose giusta è di circa 60 g: non dimenticate che sono legumi.
  2. Cottura. Seguite il tempo di cottura indicato sulla confezione, calcolando qualche minuto in meno della pasta normale. Per esempio, i fusilli di lenticchie cuociono in circa 7 minuti. Durante la cottura, potrebbe formarsi della schiuma sulla superficie dell’acqua, proprio come durante la cottura dei legumi: potete toglierla con un cucchiaio. Mescolatela normalmente.
  3. Condimento. Scolate la vostra pasta di legumi e conditela. Questo tipo di pasta conserva il sapore delicato del legume di partenza, che emergerà al palato anche dopo la cottura. Per questo è sconsigliato scegliere sughi troppo saporiti o salse troppo cariche a base di formaggio. La pasta di legumi si abbina bene a condimenti semplici a base di verdure, come broccoli, zucchine, fiori di zucca, cavolfiore, pesto o sughi freschi di pomodorini.  Siccome è già molto proteica, è meglio non eccedere abbinando altre proteine: no al ragù, quindi, anche se va detto che la pasta di ceci si sposa bene con il pesce (gamberetti, sughi allo scoglio). Se non volete rischiare, e volete prima capire qual è il sapore di questa pasta, allora provate a gustarla solo con un filo di olio extravergine d’oliva e un po’ di pepe nero: sarà buonissima lo stesso.