Tradotto per voi: 8 errori che possono diventare pericolosi quando cucinate

29 Aprile 2019

L’articolo originale “8 kitchen mistakes you’re making that can actually be dangerous” di Janaki Jitchotvisut compare su Insider. Un breve elenco di errori a cui prestare particolare attenzione in cucina: l’abbiamo tradotto per voi.

Piene come sono di apparecchiature incandescenti e utensili affilati, le cucine sono posti troppo pericolosi per compiere errori. In molti casi, potreste non rendervi conto che quello che fate mentre cucinate possa mettere a rischio la vostra salute o la sicurezza degli altri. Vi elenchiamo di seguito le cose che fate in cucina che potrebbero rivelarsi pericolose.

  1. Quando usate una mandolina, è importante tenere al riparo le ditaLe mandoline, quegli utensili utilizzati per affettare i vegetali, hanno lame molto affilate. Per questo sono spesso vendute con dei coprimano, dei piccoli attrezzi che si usano per tenere al sicuro le dite mentre affettate. Anche se tenere la verdura che state affettando con le dita sembra un’operazione priva di rischi, usare un coprimano può aiutarvi a evitare di tagliarvi le dita con la lama della mandolina.
  2. Anche se può sembrarvi più pratico, affettare il cibo direttamente nella vostra mano, invece che usare un tagliere, può essere pericolosoQuando andate di fretta o non vi va di lavare un piatto in più, usare le mani a mo’ di tagliere potrà sembrarvi una cosa sensata. Ma può succedere che scivoli via il coltello, il che vi provocherà un brutto taglio sulla mano.
  3. Buttare i coltelli a casaccio nei cassetti mette a rischio voi e gli altriSe riponete i coltelli in questo modo, c’è la possibilità che qualcuno si tagli con le lame quando cerca qualcosa nel cassetto. Questo metodo è pessimo anche per la durabilità dei vostri coltelli, che ricevendo colpi dagli altri utensili nel cassetto, finiranno per perdere l’affilatura. Provate invece a riporli in un ceppo portacoltelli o su una striscia magnetica appesa al muro.
  4. Anche se può sembrare strano, usare coltelli poco affilati è più pericoloso di usare coltelli che taglianoQuando si usa un coltello poco affilato, si fa più pressione per tagliare il cibo, per compensare il fatto che il coltello taglia di meno. Quando applicate più pressione, state aumentando la possibilità che il coltello scivoli via e vi provochi tagli sulle dita o sulla mano, stando a quanto dice il centro medico dell’Università di Rochester. Se vi accorgete che i vostri coltelli preferiti stanno perdendo il filo, provate ad affilarli o prendete in considerazione di sostituirli.
  5. Consumare cibi crudi che contengono farina e uova vi mette a rischio di contrarre un’infezione alimentareAnche se siete tentati di assaggiare l’impasto dei biscotti o la pastella della torta prima di metterli in forno, rischiate di ammalarvi. Questo avviene a causa degli ingredienti usati di solito in queste ricette. Le uova crude che non sono state pastorizzate e la farina che non è stata cotta possono contenere salmonella o altri batteri che possono provocare malattie molto serie e addirittura mortali.
  6. Anche se sembra innocuo, il vapore può provocare dolorose ustioniIl vapore può provocare delle dolorose ustioni, visto che la vostra pelle non è in grado di proteggervi. Per restare al sicuro, prestate attenzione quando alzate il coperchio di una pentola che bolle o di un cestello a vapore, restatevene a lato quando aprite un contenitore o un’apparecchiatura che rilascia vapore, ed evitate di mettere le mani, le braccia o la faccia direttamente al di sopra di una pentola che bolle.
  7. Lavare carne e pollame fa più male che beneStando a quanto dice il Dipartimento di Sicurezza Alimentare degli Stati Uniti, lavare carne e pollame aiuta la diffusione di pericolosi batteri nelle vostre cucine, sia sui ripiani che sulla vostra pelle. Questi batteri possono provocare intossicazioni alimentari e altre malattie nelle persone che ci entrano in contatto.
  8. Quando pulite la cucina con l’ammoniaca, assicuratevi di diluirla per evitare pericolosi avvelenamentiL’ammoniaca è di solito usata come disinfettante sia nelle cucine casalinghe che in quelle professionali. Ma se non viene diluita e rimossa accuratamente dalle superfici, le esalazioni e l’ingestione di ammoniaca posso causare seri problemi di salute. Per usare l’ammoniaca in modo sicuro come agente disinfettante in cucina, diluitela nella maniera corretta, usando non più di 15 millilitri (un cucchiaio) ogni quattro litri d’acqua – stando alle linee guida dell’USDA. Se pensate che qualcuno sia rimasto avvelenato dopo una esposizione all’ammoniaca, cercate subito l’aiuto di un medico.

Traduzione a cura di Paola Porciello.