Adesso il kebab si fa anche a casa

18 Maggio 2019

Amate il kebab, ma più di una volta avete sentito dire o avete letto che è fatto con scarti di carni varie e contiene addirittura ossa, denti, pezzi di lingua. E non l’avete presa molto bene. Oppure no, neppure le descrizioni più cruente vi hanno scoraggiato, ma non avete un kebbabaro a portata di mano e nemmeno il tempo per andarlo a cercare. In entrambi i casi, l’idea della rinuncia definitiva non l’accettate. Perché, appunto, amate il kebab. Profondamente. Siete pronti a gioire, dunque? D’ora in poi potete farlo a casa. Quando vi va e con gli ingredienti scelti da voi.

Come funziona la macchina per fare il kebab

Da qualche tempo, su noti siti di e-commerce come Amazon e Ebay, sono apparsi annunci relativi alla vendita di griglie verticali elettriche che possono essere utilizzate sia per preparare il kebab, sia per cuocere un pollo intero. L’elemento comune e peculiare è uno spiedo automatizzato che ruota a 360 gradi, assicurando così una continua e uniforme esposizione del cibo alle resistenze che raggiungono temperature molto elevate: la potenza è generalmente pari a 1.500 watt, ma in alcuni casi si arriva anche a 1.800.

Le porte di questi apparecchi sono scorrevoli e molti dei componenti (in acciaio inox) si possono rimuovere e lavare in lavastoviglie. Sì, ma come si usano? Sono facili da usare e manutenere e si prestano ad altre preparazioniBasta infilzare la carne o gli strati di carne, aggiungere le spezie (per il kebab si trovano preparati già pronti nei più forniti supermercati), impostare la durata del processo di cottura tramite l’apposita manopola e premere il tasto Start: il resto avviene tutto in modo automatico. Che si tratti di kebab, di pollo o di un’altra pietanza – noi suggeriamo lo stinco di maiale – il risultato è all’insegna della leggerezza perché le carni non cuociono nei loro stessi grassi, ma questi ultimi scolano e finiscono nel contenitore collocato alla base della macchina.

Le recensioni di chi ha fatto l’acquisto

Le kebab machine hanno un prezzo compreso fra i 60 e i 120 euro e le recensioni sono prevalentemente positive. Gli utenti assicurano che il kebab è ottimo, ma il pollo e gli spiedini non sono da meno. L’uso risulta semplice come la pulizia dei componenti e non è sprigionato fumo durante la cottura. Non mancano, però, le pecche: il timer difficilmente supera i 60 minuti e molti ritengono che sia un tempo insufficiente; alcuni di questi apparecchi sono un po’ ingombranti e tutti consumano parecchia energia elettrica. A quest’ultimo proposito, però, c’è da considerare che il kebab non è esattamente una pietanza da consumare quotidianamente o quattro volte alla settimana, dunque gestendosi in modo saggio non si trovano amare sorprese nella bolletta.