Cozze dalla Grecia: allerta Epatite A

27 Maggio 2019

Una nuova allerta alimentare riguarda il nostro Paese, a causa di una partita di cozze greche contaminate dal virus dell’epatite A che sarebbero già state immesse sui mercati italiani. L’allarme è arrivato alle autorità sanitarie dell’Unione Europea tramite il sistema di allerta rapido Rasff, che ha segnalato la possibile presenza del pericoloso virus e il conseguente ritiro senza, però, comunicare alcun numero di lotto. Il ritiro riguarda non soltanto la grande distribuzione, ma anche pescherie e mercati. Il Rasff invita a prestare massima attenzione e a non consumare i mitili vivi provenienti dalla Grecia senza prima sottoporli al controllo del servizio di igiene degli alimenti delle Asl locali.

L’infezione da epatite A può risultare piuttosto grave: i primi sintomi sono stanchezza, inappetenza, febbre e nausea e in seguito può anche comparire l’ittero, a causa di una elevata concentrazione della bilirubina nel sangue, sintomo di una ridotta funzionalità del fegato.