Sequestrati 25.000 cartoni da pizza per sostanze tossiche

31 Maggio 2019

Cartoni per la pizza tossici e privi delle indicazioni di rintracciabilità. I Carabinieri del Nas, il Nucleo Anti-Sofisticazione, di Bari hanno sequestrato oltre 25.000 contenitori utilizzati per il trasporto della pizza, potenzialmente pericolosi per la salute, per un valore che si aggira intorno ai 5000 euro.

Il problema della tossicità dei cartoni era emerso qualche mese fa, a partire da un’inchiesta del magazine Il Salvagente. Condotta sui contenitori di 3 aziendecontenevano una concentrazione troppo elevata di Bisfenolo Adue straniere, una italiana – l’analisi aveva accertato che i prodotti provenienti dall’estero contenevano una concentrazione di Bisfenolo A molto più elevata di quanto consentito dalla legge e aveva inoltre dimostrato che si trattava di prodotti realizzati con carta riciclata, non permessi in Italia. Dopo la pubblicazione dell’inchiesta, il Codacons aveva quindi presentato un esposto a 104 Procure della Repubblica e ai Nas di tutta Italia, con la richiesta di avviare accertamenti sui rischi sanitari collegati ai prodotti commercializzati nel nostro Paese.