Coffee aficionados, non perdete il Turin Coffee questo weekend

3 Giugno 2019

Torino è una delle città punto di riferimento per il caffè in Italia. Certo, la canzone sosteneva che Ah, che bellu ccafè. Sulo a Napule ‘o ssanno fà!, ma noi sabaudi sappiamo bene che non è proprio così. Sede di alcune delle principali aziende produttrici di caffè nazionali – Lavazza, Vergnano, Costadoro – Torino è una città dove il caffè è una cosa seria, un rito che va rispettato, con sacralità e tutti i crismi.

E così, visto che noi torinesi andiamo orgogliosi anche dei nostri Saloni – e c’è da dire che il Salone del Libro e il Salone del Gusto di motivi per essere orgogliosi ce ne danno tanti – quest’anno a Torino torna per la seconda volta il salone dedicato al caffè, il Turin Coffee. Due giornate, sabato 8 e domenica 9 giugno, interamente consacrate all’oro nero in piazza Carlo Alberto, nel centro del salotto sabaudo, in cui “caffè e cultura hanno lo stesso aroma”.

Quest’anno il programma del Turin Coffee è variegato e denso, in un susseguirsi di appuntamenti tra i più diversi: momenti di spiegazione e cultura con gli head trainer, cocktail a tema caffè, degustazioni insieme agli chef stellati come Cristina Bowerman e Andrea Ribaldone, la scoperta della latte art e dei specialty coffee, i gelati gastronomici, il fitness con Get Up!, i momenti dedicati alla pasticceria e una mostra fotografica, Dalla pianta alla tazzina, che accompagna gratuitamente gli ospiti del Turin Coffee lungo i 2 giorni di evento parlando di caffè a tutto tondo, dalla coltivazione della pianta al nettare.

I numeri del Turin Coffee 2019

9 piccole torrefazioni locali presenti: Antica Torrefazione, Caffè Boutic, Caffè Malabar, Caffè Perrero, Dicaf Ghigo, Tanti ospiti e attività per questa seconda edizioneHobby Caffè, Il Caffè, Mokabar, Torrefazione Mike; 5 campioni del caffè che in diversi settori si sono distinti per capacità di esecuzione: Davide Berti, Alessandro Galtieri, Francesco Corona, Matteo Beluffi, Cinzia Linardi; 2 chef stellati: Cristina Bowerman della Glass Hostaria di Roma e Andrea Ribaldone dell’Osteria Arborina ad Annunziata, in provincia di Cuneo; 2 pastry chef: Galileo Reposo del Peck di Milano e Andrea Tortora, fondatore di AT Patissier; 2 mastri gelatieri: Stefano Ferrara, nominato Ambasciatore del Gelato nel mondo e Stefano Guizzetti del Ciacco Lab di Parma; 1 bartender: Lucio D’Orsi del Dry Martini di Sorrento; 3 eccellenze torinesi: Lavazza, Caffè Vergnano e Costadoro, che hanno dato vita al Turin Coffee nel 2018; 1 mostra fotografica: Dalla pianta alla tazzina, gratuita e aperta al pubblico sulla vita del caffè dal chicco alla tazza; 1 associazione internazionale, la SCA – Specialty Coffee Association, il riferimento per l’eccellenza del caffè nel mondo; 1 iniziativa di solidarietà con CasaOz, la onlus che si fa casa e famiglia per i bambini e le famiglie che incontrano la malattia, con un sostegno concreto. “A CasaOz ogni bambino malato può giocare, imparare e fare i compiti seguito da educatori professionali e volontari, per ritrovare una quotidianità che cura”: Turin Coffee sostiene la onlus piemontese promuovendone attivamente il sostegno con iniziative di solidarietà.

Due giorni in cui Torino si riscopre capitale del caffè, in cui l’aroma dell’oro nero si diffonde in tutto il salotto sabaudo, dalle 9 alle 20, rendendo onore agli storici caffè di Torino, eleganti, innovativi, luoghi di cultura e di gusto, che hanno ispirato la nascita del Turin Coffee.