Ben & Jerry’s lancia il gelato alla cannabis

5 Giugno 2019

La questione della cannabis light non sembra essere un argomento soltanto italiano, ma una faccenda anche da oltreoceano. Lì, negli Stati Uniti, è infatti pronto per essere immesso sul mercato un gelato confezionato che contiene cannabidiolo, il cannabinoide non psicoattivo noto come CBD e presente nella versione sativa della pianta. Ad avere l’idea è stato il marchio Ben&Jerry’s, già noto per i suoi gusti particolari, che ha pensato di aggiungere al suo gelato un infuso del metabolita CBD. Il problema è che, come adesso succede in Italia, la sua vendita non è legale e l’azienda, per questo, è ancora in attesa dell’eventuale legalizzazione dell’olio di CBD in cibi e bevande.

Non che da Ben&Jerry’s non ci abbiano provato: hanno cercato di favorire l’autorizzazione da parte della Food and Drug Administration presentando un commento (a favore) nell’audizione pubblica in cui si dibatteva proprio della legalizzazione e hanno incitato i propri consumatori a fare altrettanto.

La risposta, a quanto pare, non arriverà troppo presto: il regolatore ha infatti dichiarato di voler utilizzare i commenti pubblici per informare un gruppo di lavoro federale intento a “esplorare potenziali percorsi per integratori alimentari e/o cibi convenzionali contenenti CBD da commercializzare legittimamente“. Per ora, insomma, il gelato al CBD rimane in freezer.