Vinòforum 2019: non perdete The Night Dinner

6 Giugno 2019

10 cene, un solo tavolo, con 25 coperti, per tre portate, in abbinamento a tre diverse etichette, a tu per tu con i grandi chef e le migliori cantine italiane e internazionali. A Vinòforum 2019, dal 14 al 23 giugno al Parco di Tor di Quinto a Roma, si conferma anche quest’anno l’appuntamento tanto atteso con The Night Dinner: menu sorprendenti, con i piatti studiati a tavolino, per sposare le etichette di prestigiose cantine italiane e internazionali, come Altemasi, Cecchi, Banfi, Joseph Perrier, Bonaventura Maschio.

  1. Ad aprire le danze, venerdì 14 giugno, sarà l’estro di Francesco Apreda, fresco di nuova apertura con il suo Idylio (Roma); Entrèe: Vignarola in Viaggio; prima portata: Risone all’acqua di Polpo e Rafano; seconda portata: maiale ai fiori di finocchio ed eucalipto; tutto in abbinamento Altemasi. Terza portata Ricotta e Visciole, in abbinamento Tea nero Earl Grey senza zucchero.
  2. Sabato 15 è invece tempo di Alba Esteve Ruiz, che porterà sul palco quel mix di aromi italo-iberici che l’hanno resa famosa. Entrèe: Bietole, brace e blu di capra; prima portata: lingua e capesante; seconda portata: tortelli manzo, gamberi e creme fraiche; terza portata: Rubia gallega cavoli e patate; quarta portata: Nocciola e ciliegie.
  3. Domenica 16 andrà in scena uno dei maestri della cucina italiana, Igles Corelli, di Mercerie (Roma), i cui piatti saranno abbinati alle etichette della cantina Cecchi. Lo chef ha pensato, per l’evento, a un’entrèe Ricordo d’infanzia: tartare di cervo affumicato, verdure in osmosi, cialda di sesamo, maionese di mandorle, abbinata a Gli Amici, Rosso di Montalcino – Cecchi; una prima portata Km Italia: riso Carnaroli Gazzani, aria di pomodoro ramato, sorbetto di datterini in acqua di mare, san Marzano confit, abbinato a una Vernaccia di San Gimignano – Cecchi; una seconda portata intitolata La tecnologia: un petto di fagianella ultrasuonato cotto a 65°, purea di carote ossidate, lattuga cinese grigliata, abbinato a Gli Scudi Chianti – Cecchi; una terza portata Il trigabolo: bignè fritti e caramellati, salsa alle arance tardive, in abbinamento a tè nero Earl Grey non zuccherato.
  4. Lunedì 17 sarà il turno dei sapori schietti di Alessandro Capponi, di Host (Fiumicino –RM). Entrèe intitolato il ricordo della cozza sullo scoglio: granatina di cozza, cozza in tempura, aria di limone; prima portata La panzanella incontra l’oriente: pane, pomodoro, olive taggiasche, cipolla e pesce azzurro; seconda portata la carbonara: uovo, ricci e pecorino, terza portata: cappellacci, ripieni di ragù di totani e crema di asparagi.
  5. Martedì 18 sold out l’appuntamento con Roy Caceres, colombiano trapiantato nella Capitale, da tempo alla guida dello stellato Metamorfosi (Roma), che vedrà i propri piatti abbinati ai vini di Banfi Montalcino. Entrèe: manzo, grano e menta, abbinato a La Pettegola Vermentino Toscana IGT; prima portata: uovo 65° carbonara, abbinato a Fontanelle Toscana IGT; seconda portata: piccione in foglia di mais, mirtilli e tartufo, abbinato Brunello di Montalcino Castello Banfi; terza portata: maracuya, avena, fiori ed erbe, abbinati al FloruS Moscadello di Montalcino D.O.C. Vendemmia Tardiva.
  6. Mercoledì 19 sarà la volta di Oliver Glowig di Barrique (Monte Porzio Catone – RM), abbinato alle etichette di Banfi Piemonte. Entrèe: testina di vitello croccante e scampo con finocchi e caffè, con Banfi Brut; prima portata: eliche cacio e pepe con ricci di mare, abbinato a Principessa Gavia 2018 Gavi DOCG; seconda portata: baccalà con patate alle alghe e latte di mandorle, abbinato a Cuvée Aurora Alta Langa DOCG Extra Brut 2014; terza portata: asparagi, cioccolato bianco e caviale, con Rosa Regale Brachetto d’Acqui 2018.
  7. Giovedì 20 fantasia al comando con Massimo Viglietti, stellato dell’Enoteca Achilli al Parlamento (Roma). Lo chef presenta la sua insalatina di baccalà e bottarga, poi pesce marinato con tapenade di olive e cioccolato bianco, cipolle brasate con mousse di piccione e riduzione al Porto, coniglio e ostriche, quindi gambero scottato con spinacino, parmigiano, pera, midollo e foie gras, snupuz, un piatto misterioso che va annusato, e banana con caviale.
  8. Venerdì 21 è il turno di Andrea Viola, de Il San Giorgio (Roma), con gli abbinamenti della cantina Bonaventura Maschio. Entrèe: Il Fosso – rane e lumache -; prima portata: parmigiana di Melanzane; seconda portata: risotto ai Pomodori Duemilasedici e terza portata: La Tracina sotto la Sabbia.
  9. Sabato 22 il profumo del mare arriverà grazie a Federico Delmonte, di Acciuga (Roma), con i vini di Bonaventura Maschio. Entrèe: pasta di mandorle alla marinara con acciuga sott’olio; prima portata: calamaro a crudo, omaggio alla stagione; seconda portata: tagliatelle rotte al sugo di brodetto; terza portata: cremino al limone, genziana, liquirizia e aceto balsamico.
  10. Domenica 23, chiusura affidata ad Antonio Ziantoni, di Zia Restaurant (Roma), enfant prodige del panorama gastronomico nazionale. La sua entrèe: un’Idea di mozzarella, lattughino e pistacchio, conetto di pomodoro e uova di trota, lime filato e barbabietola rossa, in abbinamento alla 12 e mezzo Malvasia bianca del Salento Igp; prima portata: gambero rosso, rabarbaro, fragoline di bosco con Idea Rosato di Primitivo; seconda portata: agnello e senape, abbinato al Papale Primitivo di Manduria Dop; terza portata: Tourbillon, in abbinamento al Chicca Primitivo di Manduria Dolce naturale Docg.