Roma e il meglio del Lazio 2020: la nuova guida del Gambero Rosso

28 Giugno 2019

Il 27 giugno scorso è stata presentata nella sala Plaza Premium Lounge dell’aeroporto di Fiumicino la guida Roma e il meglio del Lazio 2020 del Gambero Rosso. Guida che quest’anno celebra la sua 30esima edizione. Tante le novità, non solo tra gli indirizzi in lista, ma anche sui punteggi assegnati ai ristoranti. Cambiano i criteri di giudizio: hanno più peso sala e cantinaDa quest’anno infatti maggiore attenzione è accordata a sala e cantina, le quali possono raggiungere rispettivamente il 30% e il 20% del voto complessivo e insieme hanno la stessa quota della cucina. Cambiamenti questi che non modificano radicalmente l’impostazione della guida né scontentano ristoratori e addetti. Ai vertici delle classifiche, infatti, non è avvenuto nessuno scossone, moltissime riconferme e qualche volto emergente a fare capolino dalla schiera di quelli che già c’erano. E se siete curiosi di sapere chi torna a casa con un sorriso riconfermando o aggiungendo un nuovo stendardo alla propria bacheca, ecco i premi di questa trentesima edizione:

Tre forchette

In testa alla classifica Heinz Beck non sembra voler cedere la corona alla guida di La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri – Roma (RM) seguito da Anthony Genovese con Il Pagliaccio – Roma (RM) a parimerito con i fratelli Maurizio e Sandro Serva che riconfermano anch’essi il punteggio dello scorso anno con il loro La Trota – Rivodutri (RI); riconfermate le tre forchette anche per Gianfranco Pascucci con il suo Pascucci al Porticciolo – Fiumicino (RM).

Tre gamberi

Per le migliori trattorie abbiamo la famiglia Gargioli di Armando al Pantheon – Roma, e Giovanni Milana di Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano (RM).

Tre bottiglie e tre boccali

Riconfermate tutte le tre bottiglie dell’anno scorso che se le aggiudicano infatti Barnaba – Roma; Roscioli – Roma; Trimani Il Wine Bar – Roma; Del Gatto – Anzio (RM). Stesso discorso per i tre boccali riconfermati a Open Baladin – Roma; L’Osteria di Birra del Borgo – Roma.

Novità dell’anno

In questa categoria non poteva certo mancare Francesco Apreda di Idylio by Apreda del The Pantheon Iconic Rome Hotel – Roma; altra novità il bistrot Marigold – Roma di Domenico Cortese e Sofie Wochner che portano un ambiente nordeuropeo nella capitale. Premiato anche Marzapane per la nuova filosofia abbracciata da Mario Sansone e Francesco Capuzzo Dolcetta e infine Patrick Pistolesi con il suo nuovissimo Drink Kong – Roma (aperitivi & cocktail).

Premi speciali

Miglior servizio di sala conferito a Per Me – Giulio Terrinoni – Roma; servizio di sala in albergo per Aroma dell’Hotel Palazzo Manfredi – Roma; proposta al bicchiere al ristorante va a Materiaprima – Pontinia (LT); proposta al bicchiere al wine bar aggiudicato da Le Bollicine di Sara – Roma. Il premio per il miglior rapporto qualità prezzo, tema molto caro a Gambero Rosso, è stato conferito a 8 locali tra Roma e Latina: Chianchieria Gourmet – Roma, Marzapane – Roma, Trattoria Popolare L’avvolgibile – Roma, Riso Amaro – Fondi (LT), Satricvm – Latina , Materiaprima – Pontinia (LT), Bottega Sarra 1932 – Terracina (LT), Essenza – Terracina (LT). Una trattoria, due ristoranti, una pizzeria, una formaggeria e una gelateria si sono aggiudicati il premio assegnato dal gruppo stampa estera che presenta il nostro Bel Paese nel mondo: Osteria 22quattro – Roma (trattoria); Da Danilo – Roma (ristorante); Piccolo Buco – Roma (pizzeria); Il Porticciolo – Trevignano Romano (RM) (ristorante); La Formaggeria – Roma (formaggi); La Giudecca – Roma (gelateria).