6 locali perfetti per mangiare sui Colli Bolognesi

9 Luglio 2019

Che sia estate o inverno, Bologna ha sempre il suo fascino ed è sempre fervida dal punto di vista degli eventi a cui prendere parte o dei locali da visitare. Se durante le afose giornate estive bramate dunque un fresco angolo di paradiso sui Colli Bolognesi in cui godervi qualche ora di relax appena fuori città, ecco cinque indirizzi (e una chicca) di cui prendere nota. I locali ideali per gustarvi un pranzo, una cena o semplicemente un aperitivo, che vi faccia scoprire “quanto è bello andare in giro per i colli bolognesi”.

  1. Adéguati (via di Roncrio, 30). Per chi ama la cucina dello chef Cesare Marretti, Adéguati è un progetto che mixa le migliori materie prime: frutta e verdura di stagione, carne, pesce (che nei piatti di crudo viene abbattuto all’origine), e prodotti caseari; il tutto – si legge sulla pagina web del locale – “per farvi passare una serata nella serenità delle colline di Bologna con il nostro ingrediente speciale: il sorriso”. Aperto (a partire dal mese di giugno) tutte le sere a cena, e nel weekend anche a pranzo; Marretti e la sua brigata abbandonano la vincente formula del menu a sorpresa a prezzo fisso del ristorante del centro, proponendo un menu alla carta in cui è inclusa la pizza preparata con lievito madre e farine di grani antichi macinati a pietra dell’azienda agricola Fabio Ferri. Qualche info sulle porzioni? Abbondanti e pensate per farvi condividere il cibo… non solo sui social! 
  2. Fienile Fluò (via di Paderno, 9). Questo locale ricavato dal restauro di un vecchio fienile è probabilmente la location adatta per un aperitivo al tramonto. Le ricette variano mensilmente, fatta eccezione per alcuni evergreen quali i taglieri di affettati e formaggi serviti con le tradizionali crescentine, le tagliatelle al ragù e la tagliata di manzo, proposti invece in maniera continuativa. Le materie prime utilizzate per la preparazione dei piatti sono in gran parte da agricoltura biologica a km zero, provenienti da aziende del territorio o – come il vino La Rovere Colli di Paderno – addirittura dal loro vigneto. Sicuramente un locale non proprio alla portata di tutti (una degustazione di salumi e formaggi ha un costo che si aggira intorno ai 45 €), ma ogni tanto ci si deve pur coccolare. Una curiosità sul nome? Nella località in cui è situato il fienile fu scoperta la cosiddetta pietra di Bologna dalle singolari proprietà che la rendevano brillante al buio… Fluo per l’appunto!
  3. Osteria dal Nonno (via di Casaglia, 62). Se, pur allontanandovi dal centro cittadino, non volete rinunciare all’hèritage culinario bolognese, l’Osteria dal Nonno è il posto che fa per voi. Un locale dai rustici interni in legno, con giardino e vista sui colli (che offrono uno spettacolo molto suggestivo anche quando imbiancati di neve) dove potrete gustare tigelle e gnocco fritto, affettati, formaggi, sottoli e sottaceti: tutti prodotti che, per il sapore e la maestria con cui sono preparati, trovereste a casa dei nonni insomma. Anche i dolci sono di produzione artigianale e legati alla tradizione, come la pinza con marmellata di mele e mosto d’uva, o il semifreddo con amaretti e mascarpone. Perché consigliamo questa osteria? Perché non vi alzerete da tavola a pancia mezza vuota e, soprattutto, perché è il locale perfetto per una cena tra amici che vogliono mangiar bene ma a un prezzo pop.
  4. Podere Riosto (via di Riosto, 12 – Pianoro) Cena o pranzo in vigna? Yes, you can! Al Podere Riosto potrete infatti brindare al chiaro di luna con gli eccellenti vini DOC dei Colli Bolognesi, ballare sul prato tra un assaggio e l’altro o cenare avendo come sottofondo musica suonata dal vivo. Se siete appassionati di vini, qui ne scoprirete alcuni di gran pregio serviti in abbinamento a piatti del territorio: crescente, salumi, formaggi, lasagne, verdure gratinate e al forno, nonché succulenti secondi di carne. In questo periodo sono davvero tanti i pranzi e le cene a tema organizzate dalla struttura, quindi vi consigliamo di visitare il loro sito internet per dare un’occhiata al loro fitto calendario di eventi tra i filari (prezzo medio di un evento: 35 €). Quale vi ispira di più? 
  5. Il Boccone del Prete (via Siepelunga, 56/4). Volete sentirvi fighetti per un giorno? Visitate allora Il Boccone del Prete, ristorante situato all’interno del Golf Club Siepelunga (che prende il nome dalla via in cui è ubicato), dove potrete godere di una vista panoramica sulla città di Bologna davvero suggestiva. Non lasciatevi però condizionare dalle parole golf club perché, contrariamente a quanto possiate pensare, i prezzi sono assolutamente nella media bolognese e, durante le belle serate estive, potrete fra l’altro optare anche per un’informale cena a buffet in giardino, sorseggiando il vostro cocktail preferito. I piatti serviti sono quelli tipici della cucina bolognese quali tagliatelle, la famosa cotoletta, qui presentati non solo nella variante classica ma anche in versione rivisitata (il tortellino, ad esempio, potrete ordinarlo sia in brodo che in crema di parmigiano allo zenzero e tartufo).
  6. Infine, oltre a questi suggerimenti, vi segnaliamo una chicca dell’estate bolognese 2019: La Collina delle Meraviglie (via di Sabbuino, 6), un nuovo spazio ideato dall’associazione culturale Dalla Terra in su, allo scopo di valorizzare il territorio delle prime colline bolognesi. Fino al prossimo 15 Settembre, la collina delle meraviglie ospiterà (dal martedì alla domenica) un mercato contadino che vi darà la possibilità di acquistare direttamente dai produttori frutta, verdura, formaggi, salumi, uova; le stesse materie prime utilizzate da un food truck – che si chiama Sposto – grazie al quale potrete gustare ogni sera piatti della tradizione emiliana, per un aperitivo oppure per una cena completa. Oltre al cibo non manca ovviamente il beverage con la selezione di vini e birre artigianali di Stappo, società che si occupa di promozione di vini e prodotti alimentari… Insomma un mix di ingredienti e un posto in prima fila per ammirare il tramonto dall’alto dei Colli Bolognesi.

Clicca qui per visualizzare la mappa