Consigli di viaggio: cosa mangiare e bere in aereo per non stare male

12 Luglio 2019

Ah l’estate, le partenze, i viaggi in aereo, “Chicken or fish?”, i tavolini strettissimi su cui poggiare minuscoli vassoi, bicchieri di plastica tenuti in bilico tra un dolcetto confezionato e una salviettina umida, la carta stagnola che non sai mai dove mettere dopo aver spacchettato il tuo pranzo, le minuscole bottiglie di vino di dubbia qualità. A parte notare la totale mancanza di ecosostenibilità del cibo in aereo, avvolto da plastica di qualsiasi tipo, oggi vogliamo darvi 5 consigli per non stare male dopo aver mangiato e bevuto in aereo e arrivare a destinazione pronti per esplorare e non per accasciarvi in una camera d’albergo (per i più fortunati) o nel bagno dell’aeroporto.Welcome on board!

  1. Informatevi sui pasti. Per chi soffre di allergie o segue regimi alimentari specifici è consigliabile contattare la compagnia con cui si vola prima di partire, così da avere dei pasti dedicati. Se poi si soffre di asma, consigliamo anche di fare attenzione a salatini e snack: la frutta secca in volo può causare attacchi d’asma o problemi respiratori in generale. Inoltre questi cibi, se troppo salati, possono causare problemi di pressione o circolatori.
  2. Non dimenticate di farvi svegliare per il cibo. Soprattutto in voli molto lunghi, magari potrebbe capitarvi di addormentarvi subito dopo il decollo e perdere il momento in cui è servito il pasto. Molte compagnie aeree ormai forniscono ai passeggeri degli adesivi (o mascherine per gli occhi nel migliore dei casi) che recitano Wake me up for food per autorizzare le hostess a svegliare il passeggero e servirgli il suo pasto. Del resto 6 ore senza mangiare e bere potrebbero farvi arrivare a destinazione un po’ storditi.
  3. Evitate i carboidrati. Stando seduti per molte ore la digestione di carboidrati e grassi è molto più difficile. Quindi meglio evitare le lasagne, la pasta (scotta), il riso o i formaggi quando si sta affrontando un volo molto lungo. Mangiate leggero e il vostro stomaco vi ringrazierà, ma soprattutto sarà pronto per ingurgitare tutto il ben di dio che aspetta solo di essere assaggiato nella città di destinazione.
  4. Non bevete alcolici o caffè. Bere alcolici durante il volo può causare disidratazione e può avere effetti sulla circolazione del sangue, già messa a dura prova dalle lunghe ore di volo seduti in uno spazio abbastanza angusto. Evitate anche il caffè: in quello servito in aereo sono contenuti in media 410 mg di caffeina, che vanno a influire sul sonno, sull’ansia e sul bisogno di andare al bagno. Molto meglio bere una tisana o un tè: il calore vi rilasserà e riuscirete a dormire meglio. In più combatterà anche il tipico freddo da aria condizionata dell’aereo.
  5. Bevete acqua in bottiglia. L’acqua utilizzata sugli aerei arriva spesso da cisterne che, sebbene siano controllate e pulite periodicamente, possono essere l’habitat ideale per colonie di batteri, anche molto pericolosi. L’acqua per tè e tisane, se bollita, subisce una sterilizzazione che elimina questi pericolosi batteri. Per l’acqua fresca invece, è sempre meglio assicurarsi che vi sia servita quella in bottiglia. Non vogliamo arrivare in vacanza ed essere costretti in albergo con qualche batterio intestinale no?