7 consigli per un barbecue senza rischi per la salute

23 Luglio 2019

Nella stagione estiva, complice il bel tempo, aumentano le occasioni per fare barbecue all’aperto in compagnia di amici. Sicuramente simbolo di aggregazione e di festa la cottura alla griglia, nonostante sia ritenuta salutare perché priva di condimenti, può nascondere alcune insidie dovute alle alte temperature che possono determinare la formazione di sostanze cancerogene e dannose. In realtà basta conoscere e mettere in pratica alcuni semplici accorgimenti per evitare gli effetti indesiderati del bbq e renderlo il più saporito e più salutare possibile.

  1. Scegliete i tagli meno grassi: la formazione di sostanze dannose è maggiore nel caso di alimenti più grassi poiché le goccioline di grasso che cadono nel fuoco generano un fumo ricco di idrocarburi policiclici aromatici, composti dannosi che, propagandosi attraverso il fumo, si depositano sugli alimenti. Per badare alla salute, si può quindi preferire l’utilizzo della carne magra ed evitare le varietà ricche di grassi come le costolette di maiale o le salcicce.
  2. Ricordatevi che non solo la carne si può grigliare: oltre la carne anche il pesce assume un ottimo sapore se grigliato, inoltre produce meno amine tossiche durante la cottura. Non solo: tra gli alimenti da poter grigliare non dimentichiamoci delle verdure, ricche di fibre ed antiossidanti e per questo alleate della salute.
  3. Non dimenticate la marinatura: il pesce o la carne da cuocere possono essere precedentemente marinati usando spezie, erbe, succo di limone e aglio. Si tratta di un metodo molto efficace per ridurre la comparsa di sostanze dannose e che aiuta a diminuire i rischi per un effetto protettivo.
  4. Utilizzate i giusti condimenti: condire la carne grigliata con erbe e spezie è molto utile ai fini della nostra salute, poiché queste contengono antiossidanti che diminuiscono la formazione e contrastano l’azione di sostanze cancerogene.
  5. Limitate l’esposizione al fumo: preferite una cottura alla griglia non eccessivamente prolungata, evitando così la formazione sull’alimento di parti chiaramente bruciate. Inoltre un trucco per ridurre ulteriormente i tempi di cottura è quello di tagliare la carne in piccoli pezzi, magari utilizzati poi per preparare degli spiedini. Anche girare spesso la carne durante la cottura è una procedura che riduce i rischi.
  6. Utilizzate la giusta legna: in particolare è bene scegliere carbone di legni duri, che bruciano a temperature più basse. 
  7. Pulite bene le griglie: al termine del barbecue ricordatevi sempre di eliminare i residui che rimangono attaccati che hanno la più alta concentrazione di cancerogeni e che andrebbero ad aderire sui nuovi alimenti alterandone caratteristiche e sicurezza.