Oh là là: 5 insalate francesi da provare

25 Luglio 2019

Arrivano l’estate, il caldo, il mare, e se ne vanno la voglia di accendere i fornelli e perfino di pranzare con qualcosa di caldo. I mesi da maggio ad agosto sono per molti la stagione delle insalate: da mangiare a pranzo, a cena, al ristorante ma soprattutto a casa. Se però la solita lattuga e radicchio con pomodori vi sembra già noiosa, è arrivato il momento di variare: per esempio, guardando oltre confine, a 5 insalate francesi da provare durante l’estate e da riproporre in ogni stagione.

  1. In Italia la più famosa delle insalate francesi è la niçoise, o nizzarda. L’insalata tipica di Nizza e della Costa Azzurra ha infatti attraversato da tempo la frontiera affermandosi in Liguria, anche se con qualche variazione. La ricetta francese prevede infatti una base di lattuga o insalata mista con uova sode, pomodorini, filetti d’acciuga e tonno sott’olio, olive nere e listarelle di peperoni gialli o verdi; in Liguria sono aggiunti patate e fagiolini bolliti, ma il peperone spesso scompare. Come condimento, si consiglia una semplice vinaigrette con olio, aceto, sale e pepe.
  2. Quasi altrettanto nota è l’insalata lyonnaise, originaria di Lione. La preparazione è leggermente più complessa: fra gli ingredienti, oltre alla lattuga, all’insalata riccia e al radicchio ci sono infatti i crostini, la pancetta rosolata e soprattutto un uovo in camicia, con un tuorlo morbido da rompere per colorare e insaporire l’intero piatto. In Francia, per aggiungere freschezza si usa qualche foglia di prezzemolo; in Italia si può pensare anche a una sfumatura più dolce con un condimento all’aceto balsamico.
  3. Più sostanziosa è l’insalata alsacienne, dall’Alsazia. Gli ingredienti di base sono le patate bollite e le cervelas, salsicce tozze e speziate con carne di manzo e di maiale. Per completare l’insalata si aggiungono poi dadini di formaggio, scalogno ed erba cipollina. Per un condimento all’altezza di ingredienti così saporiti ci vogliono olio, sale, aceto e un cucchiaino di senape.
  4. La ricetta dell’insalata savoiarda è molto varia, ma come ingrediente principale prevede immancabilmente il formaggio: se possibile, la tomme, un formaggio di montagna magro e dalla media stagionatura. Ai cubetti di tomme si abbinano dadini di salsiccia o di prosciutto cotto, patate bollite, qualche foglia di lattuga o insalata mista. Da condire con senape e miele. 
  5. L’insalata parisienne è infine perfetta per avvicinarsi ai sapori dell’autunno: fra i protagonisti ci sono infatti gli champignon, crudi, a fette il più possibile sottili. Oltre a questi, nella parisienne si trovano dadini di Emmental, uova sode, listarelle di prosciutto crudo e poche foglie di lattuga. Il condimento tipico è la vinaigrette, eventualmente con l’aggiunta di senape.