How to: surgelare, riscaldare e riutilizzare la pizza al taglio

30 Luglio 2019

Sebbene rappresenti una possibilità alquanto remota – forse solo nei casi di gravissimi e improvvisi problemi digestivi o di acquisti in quantità spropositate – non riuscire a finire la pizza al taglio è un’opzione che dobbiamo prendere in considerazione. Se è vero che la pizza è il cibo al quale è associato il più elevato grado di felicità, è altrettanto vero che lasciarne qualche trancio non può vanificarne l’intero effetto benefico. Se, quindi, vi siete trovati – almeno una volta nella vita – a non sapere come conservare e riutilizzare la pizza avanzata, magari pensando di disfarvene con la morte nel cuore, ecco una serie di consigli e suggerimenti che potrebbero fare al caso vostro.

COME CONSERVARE LA PIZZA al taglio

Avete lasciato qualche trancio di pizza nel cartone ma avete intenzione di gustarla il giorno dopo per colazione o al massimo per pranzo? In questo caso per conservarla basteranno pochi e semplici accorgimenti: la carta assorbente è il rimedio per l'umidità in eccesso potrete semplicemente richiudere il cartone e metterlo nel forno spento o in un luogo asciutto. Discorso diverso se invece la vostra pizza dovrà attenderà la cena successiva: in casi come questi è preferibile conservarla nel frigorifero e non superare il limite massimo delle 48 ore. Per evitare che a contatto con temperature più basse l’impasto diventi molliccio, il consiglio è quello di posizionare ciascun trancio su carta assorbente (o un semplice tovagliolo di carta) che eliminerà l’umidità in eccesso. Un’altra alternativa sono i contenitori a chiusura ermetica o – in mancanza di questi ultimi – piatti fondi da coprire con della pellicola trasparente. Ricordatevi, inoltre, di lasciare raffreddare completamente la vostra pizza prima di metterla in frigorifero in modo che una parte dell’umidità riesca ad evaporare subito.

COME SURGELARE LA PIZZA al taglio

Se non avete comunque intenzione di riutilizzare la vostra pizza avanzata prima di una settimana, l’unica soluzione possibile è conservarla in freezer. Per mantenere intatte tutte le proprietà organolettiche è bene surgelare i tranci di pizza all’interno di contenitori a chiusura ermetica: l’esposizione diretta al freddo potrebbe causare una notevole disidratazione dell’impasto con il risultato di avere una pizza secca e dura al momento del riutilizzo. Per questo motivo, un altro metodo per surgelare la pizza – altrettanto valido ed efficace – è quello incartarla (sovrapponendo al massimo due pezzi) in carta oleata da freezer e metterla in un sacchetto per alimenti facendo attenzione a togliere completamente l’aria all’interno. Quando deciderete di scongelare la pizza, ricordatevi di lasciarla a temperatura ambiente per circa un’ora e mezza prima di scaldarla.

COME RISCALDARE LA PIZZA al taglio

Il primo modo che viene subito in mente è quello di usare il microonde. Anche se vi ci vorranno pochissimi secondi, il risultato potrebbe lasciare a desiderare: otterrete una pizza bollente all’istante che in breve tempo si raffredderà diventando molliccia e insapore. il forno classico è la scelta migliore per riscaldare la pizza al taglio Se non volete correre rischi di questo genere, la scelta dovrà ricadere sul forno: sia che dobbiate riscaldarne grandi quantità o solo qualche trancio, dovrete impostare la funzione grill per 5 minuti e condire con un filo di olio extravergine d’oliva a crudo così da renderla perfettamente gustosa e fragrante. Un’altra soluzione – soprattutto nel caso di piccole quantità – è quella di utilizzare una padella antiaderente o una piastra di ghisa, facendo attenzione a chiudere con un coperchio in modo che l’umidità possa diffondersi più facilmente. In mancanza di un coperchio, scottate rapidamente il primo lato della pizza e poi rigirate il trancio lasciando riscaldare per un altro minuto. L’utilizzo della fiamma diretta al posto del forno conferirà alla base una consistenza più croccante lasciando la parte del condimento più morbida.

COME RIUTILIZZARE LA PIZZA al taglio

Il vostro trancio di pizza riscaldato non vi ispira più di tanto? Ecco qualche idea originale per riutilizzarlo esaltandone aspetto e sapore. Create dei sandwich di pizza ripiegando le fettine e – se si tratta di pizza margherita – farcitele con filetti di acciughe e olive nere. Completate la superficie con pomodorini pachino fermati con uno stecchino. Altrimenti, se la base della pizza è bianca, potete ritagliarne delle formine usando un coppapasta e decorare con erbe aromatiche e del formaggio fresco. Un’altra idea, particolarmente adatta per l’estate, è quella di creare una sorta di panzanella al gusto pizza: riducete i tranci in piccoli pezzetti, mescolate insieme al tonno, alla mollica di pane bagnata e strizzata e condite con un filo di olio extravergine d’oliva. Servite a temperatura ambiente.

Quest’anno il Pizza Romana Day abbraccia anche la pizza in teglia e quella alla pala: vi aspettiamo il 12 settembre all’evento organizzato da Agrodolce in collaborazione con Regione Lazio e Arsial, promosso da GreenStyle, Radio Sonica e Repubblica Sapori e sponsorizzato da Birra del Borgo con la sua birra Lisa in esclusiva.