Latte di mandorla: la tradizione siciliana nel bicchiere

13 Agosto 2019

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”: chissà se Lavoisier – scienziato del ‘700 – ha mai pensato di applicare questa famosa legge dell’ambito della chimica moderna alla cucina. Del resto, si tratta pur sempre di materie prime, di processi di lavorazione e tipi di cottura che trasformano consistenze, colori e sapori. In realtà, non serve spingersi verso sperimentazioni ardite e fuori dagli schemi, piuttosto ripercorriamo la tradizione gastronomica italiana e scendiamo al Sud, nella calda e soleggiata Sicilia. Qui il latte di mandorla, quello vero e autentico, si prepara a partire dal panetto: un impasto di acqua, mandorle e zucchero dalla cui lavorazione le massaie dell’isola ottenevano la classica bevanda a base di mandorle.

Diffuso soprattutto nelle zone di Catania, Siracusa e Messina, il latte di mandorla è la principale alternativa al classico vaccino o a quello di soia, diventando protagonista di drink dissetanti come le granite o di dolci tipici, tra cui le cassate e il bianco mangiare. Come da tradizione il latte di mandorla ottenuto dal panetto è una ricetta tutt’altro che complessa: basterà aggiungere la giusta dose di acqua e far sciogliere il preparato. Ma facciamo un passo indietro: vediamo nel dettaglio come preparare il panetto e quali accorgimenti avere per realizzare un perfetto latte di mandorla.

Come preparare il panetto di mandorle

Mettete 400 grammi di mandorle in una pentola piena di acqua bollente e lasciatele in ammollo fino a quando l’acqua non si sarà raffreddata. A questo punto scolate le mandorle, spellatele e frullatele. In un pentolino, fate sciogliere 150 grammi di zucchero semolato, aggiungete le mandorle frullate e cuocete fino a quando non avrete ottenuto una consistenza omogenea e cremosa. Stendete il composto sopra un canovaccio umido e fate raffreddare. Ora, lavorate il tutto in modo da conferire la classica forma del panetto e lasciate riposare in frigorifero per circa 2 ore.

Come preparare il latte di mandorla

Per ottenere un litro di latte di mandorla vi serviranno 250 grammi di pasta di mandorle e un litro di acqua naturale a temperatura ambiente. Per prima cosa tritate grossolanamente il panetto, mettetelo nel bicchiere di un frullatore e aggiungete l’acqua. Frullate il tutto fino a che la pasta di mandorle non si sarà completamente sciolta, quindi filtrate con un colino a trama strettissima. Versate il vostro latte di mandorle in un contenitore e lasciate riposare almeno un paio d’ore in frigorifero prima di gustarlo. Ricordatevi di conservarlo al massimo per 5 giorni nella parte più alta del frigorifero.