Peperoni crudi: 7 modi di usarli in cucina e come renderli digeribili

19 Agosto 2019

Rossi, gialli, ma anche verdi e con sfumature che richiamano i colori tipici dell’estate: i peperoni sono uno degli ortaggi estivi per eccellenza. Seguire la stagionalità di frutta e verdura non potrà che condurvi sulla buona strada, ma soprattutto asseconderà ciò di cui il vostro organismo avrà bisogno in quel determinato periodo.I peperoni coltivati in serra contengono quantità nettamente maggiori di solanina rispetto a quelli stagionali coltivati in campo I peperoni, per esempio, sono ricchi di sali minerali – in particolare di potassio e magnesio – che aiutano a reintegrare i liquidi persi, e rappresentano un’ottima fonte di vitamine A e C: insomma tutte caratteristiche essenziali per affrontare degnamente la calura estiva. Approfondendo un po’ di più, però, scopriamo che i peperoni appartenendo alla famiglia delle solanacee contengono la solanina, una sostanza che se assunta in quantità eccessive può diventare anche tossica. I peperoni coltivati in serra e disponibili anche fuori stagione ne hanno una percentuale nettamente maggiore rispetto a quelli coltivati naturalmente al sole: un motivo in più per consumarli a luglio e agosto facendone ampie scorte per i mesi invernali.

In alternativa alle classiche conserve o alle preparazioni in barattolo in agrodolce, i peperoni si possono mangiare anche crudi: anzi – come per gran parte delle verdure – è proprio in questo modo che si assumono al meglio tutte le loro proprietà nutrizionali.La scarsa digeribilità è data dalla quantità di cellulosa contenuta nella buccia Quando si tratta di peperoni, però, il piccolo inconveniente che sorge, soprattutto quando si elimina la fase della cottura, è la scarsa digeribilità. La principale causa di questo comunissimo problema sta nella elevata quantità di cellulosa contenuta nella buccia: ecco perché si consiglia di cuocerli al forno in modo da spellarli con più facilità. Se però avete deciso di gustarli crudi, ci sono comunque alcuni trucchetti che potete adottare per renderli più digeribili: innanzitutto è bene sapere che i peperoni estivi, contenendo meno solanina, sono di per sé più digeribili.

Ma non basta: per non incorrere in spiacevoli rallentamenti di digestione non dimenticatevi mai di eliminare i semi e le parti fibrose di colore biancastro. Prestate poi particolare attenzione agli abbinamenti con gli altri ingredienti: considerate che associare in uno stesso piatto i peperoni con la carne o il formaggio potrebbe renderli meno digeribili. Sì, invece, a combinazioni con altri tipi di verdure, cereali integrali e una generosa dose di succo di limone quando li si consuma in insalata. Ora non ci resta che scoprire come sfruttare al meglio questo ortaggio in cucina: cominciamo da queste 7 ricette.

  1. Parmigiana estiva di peperoni. Pulite i peperoni privandoli dei semi e delle parti filamentose, quindi tagliateli sottilmente seguendo la larghezza delle falde. Conditeli con un’emulsione di olio extravergine di oliva, succo di limone, sale, basilico e senape. A parte, lavorate la ricotta con la scorza del limone fino ad ottenere un composto cremoso: insaporite con sale e pepe. Tagliate a rondelle molto sottili le zucchine e disponetele a strati sopra i peperoni alternando con la crema di ricotta. Completate con una fettina di mozzarella, qualche foglia di basilico e senape in grani.
  2. Insalata hawaiana. Pulite, sgusciate i gamberetti e sbollentateli per qualche minuto in acqua bollente. In un’insalatiera riunite i peperoni crudi tagliati a quadratini, il pesce e il mais sgocciolato. Condite con olio extravergine di oliva, sale, pepe e lasciate insaporire. Intanto, tagliate la polpa dell’ananas in pezzetti molto piccoli e unitela al resto degli ingredienti. Mettete il tutto in frigorifero per circa mezz’ora. Ora dedicatevi alla salsa: emulsionate il succo di un limone con sale, pepe e qualche goccia di tabasco. Versate il condimento sull’insalata e servite completando con foglie di crescione.
  3. Tartine di peperone con spuma di prosciutto. Partite dalla preparazione della spuma mettendo nel contenitore di un mixer la ricotta, il prosciutto cotto tagliato a striscioline e due patate precedentemente sbollentate e private della buccia. Frullate il tutto fino a che non avrete ottenuto una consistenza cremosa ed omogenea: condite con olio extravergine di oliva, sale e pepe. Prendete, quindi, i peperoni, puliteli e tagliateli per il senso delle falde, massaggiateli con un pizzico di sale ed un filo di olio extravergine di oliva: la base delle vostre tartine sarà pronta. Trasferite la spuma di prosciutto in una sac à poche con la bocchetta a forma di stella e riempite le vostre tartine di peperone.
  4. Noodles di zucchine e peperoni. Con l’aiuto di uno spiralizer ricavate dalle zucchine degli spaghetti sottili che farete ammorbidire in una padella con un filo d’olio extravergine di oliva e cipolla affettata sottilmente. In un altro pentolino cuocete il tofu al naturale tagliato a tocchetti insieme alla salsa di soia. Assemblate gli ingredienti unendo ai noodles di zucchine il tofu, i dadini di peperone crudo e completate con scaglie di zenzero fresco.
  5. Peperonata cruda. Pulite, sbucciate, tagliatele a cubetti piuttosto grandi e sbollentate per qualche minuto le patate. Intanto in una ciotola unite i pomodori e i peperoni crudi, entrambi tagliati a dadini, aggiungete il cipollotto affettato sottilmente e condite con olio extravergine di oliva, sale e pepe. Una volta che le patate si saranno intiepidite aggiungetele alle altre verdure e completate il tutto con una vinaigrette a base di olio e aceto. Arricchite la vostra peperonata con un mix di erbe aromatiche tritate.
  6. Carpaccio di pesce con peperoni. Scegliete un carpaccio di orata o branzino di qualità e marinatelo con un’emulsione preparata con olio extravergine di oliva, succo di limone, erba cipollina, grani di pepe verde e sale. Lasciate riposare il pesce nella marinatura per circa un’ora, scolatelo dal liquido in eccesso e servite con una dadolata di peperoni crudi leggermente salati.
  7. Peperoni crudi ripieni di tonno. Scegliete peperoni non troppo grandi, svuotate la calotta dai semi e dalle parti bianche filamentose e salate l’interno. In una terrina mescolate il tonno sminuzzato con i filetti di acciuga, una manciata di capperi, mollica di pane e due cucchiai di salsa di pomodoro: dovrete ottenere un composto sodo ed omogeneo. Riempite le calotte dei vostri peperoni e guarnite con un filo di olio extravergine di oliva a crudo e qualche fogliolina di menta.