I migliori Bar d’Italia secondo la guida Gambero Rosso 2020

19 Settembre 2019

Rispetto alle guide classiche, dedicate di solito ai ristoranti, potrebbe sembrare (erroneamente) che la guida Bar d’Italia del Gambero Rosso sia una sorella minore. In realtà – personalmente e non solo – dovrebbe essere una delle pubblicazioni più attese. andare al bar è un momento che appartiene a tutti Perché andare al bar è un’azione quotidiana, un momento che appartiene a tutti, non una coccola una tantum (come può essere andare al ristorante stellato o anche solo l’uscita a cena). Oggi a Milano è stata presentata l’edizione 2020, sempre più capiente, in grado di offrire una fotografia interessante dell’universo bar (più di quanto sia accaduto, ad esempio, con la guida dedicata a Milano e Lombardia). Ma vediamo i premiati, i bar al cui bancone vorremmo avere la fortuna di appoggiare i gomiti ogni mattina.

Premio Illy Bar dell’Anno

Il miglior bar per il 2020 è nella Capitale: Spazio Pane & Caffè è stato scelto dal panel di giurati per la valorizzazione del territorio e per la cura del prodotto. Un bar contemporaneo nella struttura e nel pensiero, che non perde di vista le genuinità e la tradizione.

Tre Chicchi e Tre Tazzine

Partiamo dall’alto, con i rappresentanti del PiemonteCanterino – Biella; Converso – Bra (Cn); Baratti & Milano – Torino; Caffè Mulassano – Torino; Bar Zucca – Torino. La bandiera della Liguria è tenuta alta da due locali a Genova: Douce e Murena Suite. In Lombardia sono ben 9 i bar con il massimo dei voti: La Pasqualina – Almenno San Bartolomeo (BG);  Sirani – Bagnolo Mella (BS); Bedussi – Brescia; In Croissanteria Lab – Carobbio degli Angeli (BG); Colzani – Cassago Brianza (LC); Pasticceria Roberto – Erbusco (BS); Pavé – Milano; Marelet – Treviglio (BG); Morlacchi – Zanica (BG).

Anche il Veneto si difende bene con 6 rappresentanti: Olivieri 1882 – Arzignano (VI); Il Chiosco – Lonigo (VI); Biasetto – Padova; Amo – Venezia; Gran Caffè Quadri – Venezia; Garibaldi – Vicenza. Il Friuli Venezia Giulia partecipa alla classifica con Caffetteria Torinese – Palmanova (UD); Vatta – Trieste.

I migliori dell’Emilia Romagna sono capitanati da Gino Fabbri Pasticcere – Bologna. Seguono: Staccoli Caffè – Cattolica (RN); Bar Roma – Novellara (RE); Dolce Salato – Pianoro (BO); Nuova Pasticceria Lady – San Secondo Parmense (PR). Solo due i rappresentanti della ToscanaTuttobene – Campi Bisenzio (FI); Gilli – Firenze. Un nome d’eccellenza per le MarchePicchio – Loreto (AN).

Il Lazio spicca con un bar soltanto a Roma, ma con il massimo dei voti e il riconoscimento di Bar dell’Anno: Spazio Pane & Caffè – Roma. In Abruzzo il migliore è Caprice – Pescara. La Campania è tutta di Sal De Riso Costa D’Amalfi – Minori (SA). Per la Puglia tocca le vette solo il Salento di 300 Mila Lounge – Lecce. Chiude le fila la Sicilia con Sciampagna – Marineo (Pa); Caffè Sicilia – Noto (SR); Antico Caffè Spinnato – Palermo.

I migliori cocktail bar

Non di solo caffè e croissant vive l’uomo: Gambero Rosso ha premiato anche i migliori cocktail bar, compresi quelli in hotel. In Piemonte: Casa Mago Cocktail Lounge – Torino; Estremadura Café – Verbania. In Liguria: The Balance – Savona. In Lombardia Octavius Bar at the Stage – Milano; Talea – Milano; Il Bar del Bulgari Hotel – Milano; Mio Lab del Park Hyatt – Milano. In Veneto: The Soda Jerk – Verona; Bar Dandolo dell’Hotel Danieli – Venezia; Gabbiano del Belmond Hotel Cipriani – Venezia. In Emilia Romagna: The Craftsman – Reggio Emilia. Per la Toscana ci sono Manifattura Tabacchi – Firenze e Atrium Bar & Lounge del Four Seasons Hotel Firenze – Firenze.

Nel LazioDrink Kong – Roma e Stravinskij Bar de l’Hotel De Russie – Roma. Per la Campania: Archivio Storico – Napoli e Dry Martini By Javier De Las Muelas at The Majestic Palace Hotel Sorrento – Sant’Agnello (NA). In Puglia: Contrabar – Bisceglie (BT). Si conclude con le eccellenze della Sicilia: Bohème – Catania; Signum Bar dell’Hotel Signum – Salina (ME); Bar e Terrazza Letteraria del Belmond Grand Hotel Timeo Taormina – Taormina (ME)