Chianti Gourmet Experience 2019: ecco i protagonisti

25 Settembre 2019

Non poteva che iniziare in modo più goloso di questo, l’autunno nel comune di Gaiole in Chianti (Siena): mentre prosegue la vendemmia e si attende l’Eroica, al Castello di Meleto, il 28 e 29 settembre si terrà il Chianti Gourmet Experience. due giorni in cui il chianti è protagonista con chef, pizzaioli, gelatieri e molto altro L’antico maniero che ospita un teatrino del settecento, torri di guardia e offre una vista unica sul Chiantishire è pronto ad ospitare chef stellati, pizzaioli famosi, ristoranti del territorio, gelatieri di fama e pastry chef, birrifici artigianali e pregiate cantine di vino. La manifestazione comincerà sabato 28 settembre dalle ore 15 alle ore 24, mentre domenica 29 settembre, le sale e i giardini del castello apriranno le porte dalle 11.00 del mattino a mezzanotte. Un programma intenso con tanti artigiani del gusto che si divideranno i compiti nelle due giornate: il sabato sarà per gli appassionati di birra, pizza e street food, mentre la domenica l’offerta gastronomica si arricchirà anche con le aziende vinicole e i cuochi. Vediamo quali saranno i protagonisti del Chianti Gourmet Experience.

Gli chef

Tutto è partito da un’idea dello chef Vincenzo Guarino de L’Aria Mandarin Oriental al Lago di Como, molto legato al Chianti, in quanto ha ottenuto l’ultima stella Michelin proprio qui, e promette di fare scintille. Tanti i nomi celebri che prenderanno parte a questa edizione di Chianti ExperienceI grandi chef saranno protagonisti per l’intera giornata di domenica 29 settembre: dal Piccolo Principe di Viareggio, arriva lo chef con due stelle Michelin, Giuseppe Mancino e insieme a lui ci saranno Emanuele Petrosino del ristorante I Portici di Bologna, Rocco De Santis dell’Hotel Brunelleschi di Firenze, Giuseppe Aversa direttamente da Il Buco di Sorrento, Lino Scarallo di Palazzo Petrucci di Napoli, Luigi Salomone e Paolo Barrale. Approderà a Meleto anche il giovane Giuseppe Lo Presti de il Casale di Grimoli, fresco fresco del premio Best Chef Social 2019 al recente Chef Awards di Assisi, che ha vinto la scommessa di portare il pesce fresco tra il Chianti e il Valdarno e per l’occasione i commensali potranno assaggiare una parmantier di patate aromatizzata all’arancia, gambero rosso e la sua bisque, crumble di mais affumicato. Giovanni Luca Di Pirro, lo chef stellato del ristorante COMO Castello Del Nero di Tavarnelle Val di Pesa, porta in degustazione a Meleto i Ravioli cacio e pepe, anatra, zucca e salsa al foie gras. E dal sud arriveranno nel  Chianti,  lo chef Marco del Sorbo di Villa Fiorella, Nino Ferreri della Terrazza degli Dei, Diego Battaglia del Themà Restaurant di Pantelleria e Angelo Borrelli di Villa Balke.

I Pizzaioli

Al Castello di Meleto, a portare in alto le Terre di Siena, con i suoi tre spicchi conquistati nella Guida delle Pizzerie del Gambero Rosso ci penserà Tommaso Vatti de La Pergola di Radicondoli, con un suo grande cavallo di battaglia: la Pizza Dolceforte al Cinghiale. O’Scugnizzo, la creatura di Pierluigi Police ad Arezzo, delizierà i pizza lovers con una pizza con provola affumicata, crema di peperoni, polvere di olive e polvere di basilico, foglia di cappero e acciughe. Insieme a loro, pizzaioli provenienti dalla Campania, come Giuseppe Pignalosa di Ercolano, Vincenzo Esposito della Pizzeria Carmnella di Napoli, Renato Sitko di Villa Giovanna ad Ottaviano, Fabio Cristiano dell’Antica Pizzeria da Gennaro,  e molti altri. E per gli intolleranti al glutine ci penserà con le sue creazioni Cristina Basso.

I Ristoranti del Territorio

Grande rilievo sarà dato ai ristoranti del territorio chiantigiano e ai loro amici: troveremo  Francesco Mastronardi di Badia A Coltibuono,  il  Bistrot A Tutta Birra di Antonio Castrigato, da Castel Monastero arriverà il nuovo chef Enrico Marmo. Andrea Oppo E Veruska Granata del ristorante Le Contrade, Il Celliere,  Leonardo Spaccavento della Tenuta Perano, il giovane Antonio Guerra di Vitique e tantissimi altri nomi della ristorazione locale.

Lo Street food

A Gaiole in Chianti, la Macelleria Chini è un istituzione da tantissimi decenni. A Meleto, Lorenzo Chini, oltre ai salumi porterà la sua versione della trippa alla Chiantigiana, mentre dal Casentino, precisamente da Rassina, il macellaio Simone Fracassi omaggerà il territorio con il Wurstel di Chianina IGP al naturale, con sale, pepe e pimento e pane fatto in casa dalla brigata di Guarino. E insieme a loro, sabato 28 settembre troverete Michele Cabiddu dell’Isola della Salsiccia di Sarteano e tantissimi artigiani del gusto.

Le Cantine

Il Chianti Classico, sarà il protagonista della giornata di domenica 29 settembre: tante le cantine presenti insieme ad alcuni soci dell’Associazione Viticoltori Gaiole, dei  Vignaioli di Radda, e altre realtà. Avrete la possibilità di degustare i vini di Borgo Casa al Vento, Badia A Coltibuono, Bindi Sergardi, Cantalici, Capannelle, Casanova Di Bricciano, Castello Di Ama, Castello Di Meleto, Castello Tricerchi,  Il Barlettaio, Istine,  La Casa Di Bricciano, Podere L’aja, Ricasoli 1141, Rocca Di Castagnoli,  Santa Margherita,  Tenuta Perano, Terre Nere, Terre Sacre,  inoltre ci saranno Bergère Milano e Ammore Liquori Artigianali Salerno.

I Birrifici

La birra sarà la grande protagonista che accompagnerà principalmente la pizza e lo street food: chiara, bianca, ambrata, stout, la birra di qualità si presenta con il Birrificio La Petrognola di Colognola, il BVS di Pergine Valdarno, il Chianti Brew Fighters di Radda in Chianti, l’esempio che nel Chianti oltre al vino si può produrre birra, il birrificio Saragiolino di Torrita Di Siena e  Serro Croce di Avellino.

I Pastry Chef

Per finire in bellezza coccolatevi con i gelati di Sergio Dondoli e Sergio Colalucci, una pralina di Luigi Biasetto, una pesca di Prato di Paolo Sacchetti e una golosità di Salvatore Gabbiano. Parte del ricavato sarà devoluto alle associazioni: Dynamo Camp, La Racchetta, Diversamente Eroici, Confraternita di Misericordia di Gaiole in Chianti Onlus e Associazione Proloco Gaiole in Chianti. I biglietti sono acquistabili online all’indirizzo Chiantigourmet.it dove potete anche scaricare il programma.