World’s 50 Best Bars: viva l’Italia!

4 Ottobre 2019
di Federica Fedeli

Siamo all’11 edizione dei World’s 50 Best Bars, alla sua penultima cerimonia londinese. Nel 2021 la cerimonia si sposterà a Singapore. il primo posto del 2019 è del dante di new yorkAl primo posto quest’anno troviamo il Dante, situato nel Greenwich Village di New York, che guadagna 8 posizioni rispetto al 2018, seguito dal Connaught Bar dell’hotel cinque stelle lusso Connaught nel cuore di Londra che, guadagnando tre posizioni, si conferma uno dei migliori bar al mondo sotto la guida del direttore di Mixology Ago Perrone. Al terzo posto il Floreria Atlantico di Buenos Aires che sale di 11 posizioni: è descritto come un’ode all’Argentina, ai suoi prodotti e al suo popolo. Con la medaglia di legno anche quest’anno troviamo The Nomad di New York che rimane stabilmente ancorato al quarto posto.

I premi speciali: c’è anche Roma

Il bar madrileno Salmon Guru vince l’Highest Climber. Il Native di Singapore si aggiudica il Ketel One Sustainable Bar Award. Un Incredulo Patrick Pistolesi sale sul palco a ritirare il premio Campari One To Watch per il suo Drink Kong a Roma, al momento 82° nella classifica.

L’American Bar dell’Hotel Savoy si aggiudica il premio Legend of The list. Il premio Altos Bartenders Bartender va a Monica Berg, Tayer + Elementary, London. Charles Schuman dello Schumann’s Bar di Monaco vince il premio Industry Icon. Carnival a Lima in Perù è l’Highest New Entry della Classifica. Katana Kitten a New York è stato premiato come Best new opening. Anche quest’anno Londra è in cima alla classifica come città più presente nella lista con ben 13 cocktail bar.

I premi italiani

L’Italia quest’anno torna a splendere con un fantastico 50° posto per il Jerry Thomas Speakeasy di Roma che rientra nei top 50 e una new-entry al 44° posto: il 1930 di Milano. Due new entry nella parte bassa della classifica fanno ben sperare: Baccano (70° posto) e Drink Kong (82° posto), che vince anche il Campari One To Watch 2019, entrambi a Roma. Il Nottingham Forest di Milano (86° posto) sale di 13 posizioni rispetto all’anno scorso.

La classifica 2019

Di seguito la classifica dei migliori bar al mondo dal cinquantesimo al primo posto.

  1. Jerry Thomas Speakeasy (Roma, Italia)
  2. Coa (Hong Kong)
  3. Artesian (Londra, UK)
  4. Kwant (Londra, UK)
  5. Electric Big Sutt (Beirut, Libano)
  6. Sober Company (Shanghai, Cina)
  7. 1930 (Milano, Italia)
  8. Maybe Sammy (Sydney, Australia)
  9. Trick Dog (San Francisco, USA)
  10. Swift (Londra, UK)
  11. Happiness Forgets (Londra, UK)
  12. Lyaness (Londra, UK)
  13. The Old Man (Singapore)
  14. Tjoget (Stoccolma, Svezia)
  15. Little Red Door (Parigi, Francia)
  16. Speak Low (Shanghai, Cina)
  17. Schumann’s (Monaco, Germania)
  18. Presidente (Buenos Aires, Argentina)
  19. La Factoria (Old San Juan, Portorico)
  20. Baba Au Rum (Atene, Grecia)
  21. Operation Dagger (Singapore)
  22. Jigger & Pony (Singapore)
  23. Scout (Londra, UK)
  24. El Copitas (San Pietroburgo, Russia)
  25. Employees Only (New York, USA)
  26. Dr Stravinsky (Barcellona, Spagna)
  27. The Sg Club (Tokyo, Giappone)
  28. Coupette (Londra, UK)
  29. The Dead Rabbit (New York, USA)
  30. Indulge Experimental Bistro (Taipei)
  31. Paradiso (Barcellona, Spagna)
  32. Salmon Guru (Madrid, Spagna)
  33. High Five (Tokyo, Giappone)
  34. Himkok (Oslo, Norvegia)
  35. Three Sheets (Londra, UK)
  36. Guilhotina (San Paolo, Brasile)
  37. Katana Kitten (New York, USA)
  38. Carnival (Lima, Perù)
  39. Native (Singapore)
  40. Manhattan (Singapore)
  41. Licoreria Limantour (Città del Messico, Messico)
  42. The Old Man (Hong Kong)
  43. Atlas (Singapore)
  44. Attaboy (New York, USA)
  45. The Clumsies (Atene, Grecia)
  46. American Bar (Londra, UK)
  47. The Nomad (New York, USA)
  48. Floreria Atlantico (Buenos Aires, Argentina)
  49. Connaught Bar (Londra, UK)
  50. Dante (New York, USA)