Dalla carne al miele: i cibi più costosi al mondo (2019 edition)

9 Ottobre 2019

Se ogni volta che sentite i prezzi del menu degustazione di un ristorante stellato, sgranate gli occhi, questo articolo vi farà rivalutare l’aggettivo costoso applicato al cibo. In alcune parti del mondo anche il cibo più elementare è un lusso. In altre, un cupcake può arrivare a costare quanto la rata di un mutuo. Si tratta di cibi molto particolari, pregiati, dal sapore unico e dalla lavorazione difficilissima. In alcuni casi, tra gli ingredienti di queste pietanze c’è l’oro commestibile. Ecco 10 piatti e alimenti che non sono per niente alla portata di tutti.

  1. Hida-Wagyu. Questo manzo allevato nella verdeggiante regione giapponese nota col nome di Hida, cresce quasi allo stato brado. Dopo essersi nutrito di erba nei primi mesi di vita, passa a mangiare solo fieno di riso e altri mangimi rigorosamente locali e vegetali. Una volta macellato l’animale, la carne detta Wagyu è riconoscibile per la percentuale e la distribuzione di grasso nelle fibre. Più è visibile questa specie di ragnatela, più grasso è distribuito nella carne in modo equilibrato, più sarà buona e pregiata. E, udite udite, anche salutare per il nostro organismo. A oggi l’unico importatore ufficiale in Italia di manzo Hida-Wagyu è Taki Japan Restaurant, che serve anche Taki Restaurant a Roma.
  2. Tartufo bianco. Questo tubero impreziosisce la zona di Alba e può arrivare a costare anche oltre 160.000 dollari, com’è capitato per un tartufo da 1,51 kg. È considerato il re dei tartufi perché è il più aromatico, nonché il più raro. Inoltre, non si riesce a coltivarlo. Appare liscio, chiaro, quasi bianco latte, mentre la polpa interna è giallastra e striata. Il sapore ricorda alla lontana quello del formaggio, con note piccanti.
  3. Gelato. Il marchio Three Twins ha lanciato un gelato biologico, fatto con la neve di un ghiacciaio in Tanzania. A causa del riscaldamento globale, la riserva si sta sciogliendo e Neal Gottlieb, fondatore del brand, ha pensato bene di preparare questo prodotto. Il barattolino costa 60.000 dollari e comprende: viaggio in prima classe verso le falde del Kilimangiaro, una notte in hotel a 5 stelle, una gita sulle pendici del monte. Qui, durante l’escursione, sarà raccolta la neve fresca da utilizzare una volta a valle, per creare il gelato.
  4. Miele Elvish. Questo particolare miele è estratto a 1.800 metri di profondità in una grotta nella valle di Saricayir, nel Nord-Est della Turchia. Si tratta del miele più costoso al mondo, la cui lavorazione è iniziata intorno al 2009, quando alcuni apicoltori notarono lo strano tragitto delle api. La peculiarità di questo nettare sta nei minerali della grotta che ne arricchiscono il sapore. Il primo miele estratto fu venduto a 45.000 euro, oggi il prezzo è sceso a soli 5.000 euro al kg.
  5. Formaggio. Secondo Brian Roberts di Forbes il formaggio più costoso al mondo è anche il più introvabile. Si tratta del Pule, un prodotto serbo che è venduto a circa 1.300 dollari al chilo. Il Pule è un formaggio a pasta bianca, friabile e non così facile da trovare. Il suo costo è collegato al tempo e alle materie prime necessarie per produrlo. Infatti, il Pule è fatto con latte d’asina dei Balcani, originario solo della Serbia e del Montenegro. Per produrne solo un chilo, sono necessari 25 litri di latte.
  6. Cocktail. A Dubai c’è un locale dove l’oro è diventato l’ingrediente fondamentale per i cocktail. Al Gold On 27 sono usati strumenti ad hoc per creare le decorazioni in oro: dal macina pepe allo spray. La specialità della casa è l’Element 79. Prende il nome dal numero atomico dell’oro. Il drink è composto da spumante senz’alcol e scaglie d’oro, un colorante alimentare mescolato con oro puro e un pezzo di zucchero dorato.
  7. Ali di pollo. Le più costose sono servite da Ainsworth, locale di New York diventato famoso per servire alimenti di lusso. Qui le ali di pollo sono lasciate in salamoia per circa 12 ore in una mistura a base di alloro e limone. Poi sono ripassate con aglio e paprika, infornate e infine fritte. Al termine della cottura, si inzuppano in oro liquido, chiamato anche gold butter, le si insaporisce con salsa buffalo e miele e le si spolverizza di oro 24 carati.
  8. Melone Yubari King. Il melone Yubari King è il frutto più caro del mondo: ogni pezzo arriva a costare anche 20.000 euro. Si coltiva a Yubari, località del Giappone da cui prende il nome. Ogni anno se ne coltivano pochissimi esemplari e i frutti sono sollevati da terra, massaggiati e lavati più volte al giorno. Forse saranno queste cure eccezionali a garantire un gusto davvero superlativo a questa particolare varietà di melone.
  9. Cupcake. Da Bloomsbury, una boutique del Dubai Mall, è possibile ordinare un cupcake da circa 1.000 dollari. Cosa c’è dentro per far costare questo dolcetto quanto la rata mensile di un mutuo di lusso? È presto detto: vaniglia dell’Uganda, cioccolato italiano, fragole ricoperte d’oro e una copertura con un foglio d’oro 24 carati. Ovviamente non è disponibile ogni giorno e ci vogliono almeno 48 ore di anticipo per averla.
  10. Caviale Almas Beluga. A proposito di oro, quando si parla di cibi di lusso, non si può omettere il caviale. Ma questa particolare tipologia è venduta in contenitori di oro 24 carati. Ogni chilo costa 25.000 dollari. Il caviale Almas Beluga è estratto da storioni del Mar Caspio con almeno 100 anni di età. Il singolare packaging è in vendita Caviar House & Prunier, a Piccadilly Circus, a Londra.