Una parata di stelle alla Fiera del Tartufo bianco di Acqualagna

10 Ottobre 2019

Mauro Uliassi, Claudio Sadler, Giorgione, Max Mariola, Pietro Leemann, Cristiano Tomei, Rossella Errante, Luigi Sartini: questi sono solo alcuni degli eccellenti dal 27 ottobre al 10 novembre saranno tanti gli chef sui palchi della fiera che parteciperanno agli incontri che si terranno durante la 54esima fiera del tartufo bianco di Acqualagna che si aprirà il 27 ottobre. “Quest’anno – dice Luca Lisi, sindaco di Acqualagna – la capitale del tartufo punta sulla grande qualità della cultura agroalimentare. Una sei giorni di gusto e passione concentrati sul tartufo bianco di Acqualagna, la sua storia e la sua valorizzazione, attraverso i grandi maestri della cucina italiana per un’esperienza altamente innovativa che sa unire sapientemente gastronomia con arte, design e cultura in una terra che è riuscita a  fare del suo prodotto un’eccellenza alimentare internazionale. Agli chef stellati si alterneranno prestigiosi personaggi della cultura italiana e internazionale, imprenditori del territorio e professionisti della cucina. Sarà una grande festa dell’oro bianco che coinvolgerà tutto il territorio“.

Eventi nell’evento

Tra gli eventi da segnare in agenda il 2 novembre, quando Neri Marcorè, artista di rilievo internazionale e ambasciatore della Marche in tutto il mondo, salirà sul palco del teatro Conti con la nostra Lorenza Fumelli (le cui origini sono intrecciate con Acqualagna), per un spettacolo esilarante tra teatro e fornelli. premi e spettacoli animeranno i 6 giorni della fiera Sempre al teatro Conti si terrà, il 3 novembre la consegna dei premi Ruscella d’oro 2019 (la ruscella è il vanghino con il quale si estrae il tartufo) a Brunello Cucinelli, imprenditore umbro dell’omonimo brand che fonda la sua strategia aziendale sul valore della vita, e Mauro Uliassi, chef e proprietario del ristorante 3 stelle Michelin di Senigallia che porta il suo nome. La vanga d’oro è un ambito riconoscimento perché, esaltando la faticosa attività del cavatore e un prodotto unico e prelibato, traspone questi valori nelle vite di chi lo ha ricevuto. Le ultime personalità premiate in ordine di tempo sono state Oscar Farinetti, il maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi, Alessandro Borghese, Giorgione e Igles Corelli.

Borsa del tartufo

Tutti i giorni della manifestazione, in piazza Mattei si terrà la Borsa del Tartufo aggiornata in tempo reale a cui faranno da cornice gli stand dei commercianti di tartufo e quelli di cucina tipica a cura dei ristoratori della zona. Il vino ufficiale della Fiera sarà un’altra eccellenza del territorio: il Bianchello del Metauro delle 9 cantine di Bianchello d’Autore, progetto sostenuto da IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini. Doc autoctona marchigiana, il Bianchello del Metauro accompagnerà i piatti degli chef protagonisti del Salotto da Gustare e quelli dei ristoranti di Acqualagna.

Cimentarsi nella ricerca del tartufo

Per chi volesse cimentarsi con la ricerca è possibile organizzare un’uscita con i cercatori e i loro cani. Acqualagna, infatti, è la patria dei cercatori: basti dire che il 50% dei cittadini (quasi 2.200 persone) possiede il patentino di cercatore di tartufi mentre il 70% dei cani da tartufo italiani proviene da qui. la metà dei cittadini di acqualagna è costituita da cercatori di tartufo Unica nel suo genere, ad Acqualagna si possono cavare i tartufi tutto l’anno. Qui prosperano ben 4 varietà di tartufo, una per ogni stagione: il bianco pregiato (Tuber Magnatum Pico dall’ultima domenica di settembre al 31 dicembre), il nero pregiato (Tuber Melanosporum Vitt dall’1 dicembre al 15 marzo), il bianchetto (Tuber Borchii Vitt dal 15 gennaio al 15 aprile) e il nero estivo (Tuber Aestivum Vitt dall’1 giugno al 31 agosto). Anche quando la Natura dovesse essere avara, ad Acqualagna il tartufo non manca. Infatti nel comune si contano 250 tartufaie coltivate di tartufo nero e una decina di tartufaie sperimentali controllate di bianco pregiato. Per rimanere aggiornati su tutto le novità del tartufo, basta andare sul sito del Comune e iscriversi al Club Amici di Acqualagna Capitale del Tartufo. Oltre al Ricettario del tartufo è possibile accedere all’unica Borsa del Tartufo d’Italia.