Ritirata Acqua di Nepi per possibile contaminazione

6 Novembre 2019

Il ministero della Salute ha diramato un avviso di richiamo per alcune bottiglie di vetro di Acqua di Nepi, destinate al canale della ristorazione. I prodotti interessati appartengono al lotto N9183A, con scadenza 1 luglio 2021.  Secondo le informazioni diffuse dal richiamo, attivato in via precauzionale, il rischio è quello di possibile contaminazione da coliformi, batteri che indicano contaminazione fecale dei prodotti ma che più in generale indicano la contaminazione diretta delle acque, attraverso gli scarichi fognari, o dilavamento di terreni contaminati magari destinati ad allevamenti agricoli.  Più nel dettaglio, con una nota l’azienda ha spiegato che “la decisione è stata presa a seguito di accertamenti da parte della ASL di Viterbo e della ASL n. 1 di Roma, relativamente alla presenza di coliformi trovati in un’unica bottiglia da 1 litro in vetro“.

Acqua di Nepi dichiara quindi che è “da escludere che la presenza dei coliformi possa dipendere o essere ricollegata, anche indirettamente, al proprio processo di imbottigliamento, in quanto le fonti, le linee di produzione e il magazzino presso lo stabilimento sono sottoposti ad analisi giornaliere da parte dell’azienda e a controlli periodici da parte degli organi sanitari“.  Secondo l’azienda, dunque, la presenza dei batteri sarebbe legata a fattori esterni al ciclo produttivo aziendale. Intanto, però, la procedura di richiamo è stata avviata e il consiglio del ministero della Salute è chiaramente quello di non consumare le bottiglie del lotto indicato.