Scabin apre a Roma il suo nuovo ristorante: Scabeat

11 Novembre 2019

A due passi dal quartiere dell’Esquilino, al primo piano del Mercato Centrale di Roma è arrivato Scabeat, il nuovo ristorante del cuoco piemontese Davide Scabin, uno degli chef più conosciuti del panorama nazionale per capacità di sperimentare e innovare nei suoi menu. E firma, tra le altre cose, anche di alcuni piatti per la Nasa.

Nel nuovo locale di Mercato Centrale Scabin porta in scena i piatti della tradizione piemontese, mixati e adattati alla romanità, in una combinazione che lo chef stellato stesso definisce piemontesca. “Vorrei portare un po’ di Piemonte a Roma – spiega – ma allo stesso tempo riuscire ad interpretare bene la cucina romana, mettermi alla prova, reinventando piatti e sperimentando nuove ricette ricche di genialità e creatività. Ho in mente una cucina contemporanea, al passo con i tempi, dove ci saranno sicuramente la carbonara e l’abbacchio allo scottadito, ma magari cotti sulla brace in pentole di ghisa utilizzando il Big Green Egg, un modo di cucinare atavico che richiede conoscenza e grande pazienza“.

Dopo una presentazione notturna accompagnata da mix del dj Claudio Coccoluto; dopo una colazione offerta ai tassisti romani, con una selezione di croissant, pane tostato, salumi e spremuta d’arancia fresca; dopo il test del menu dedicato alla tradizione culinaria italiana sottoposto forse alla giuria più severa di tutte e cioè le nonne d’Italia, chef Scabin apre al pubblico oggi 11 novembre a partire dalle ore 19. “All’inizio saremo aperti solo a pranzo e cena ma vorrei puntare sulle prime colazioni, proporre uova alla Benedict ai manager e imprenditori che scelgono proprio il mattino per incontrarsi al Mercato Centrale e chiudere affari prima di salire sul treno successivo“. Nel pieno rispetto della tradizione culinaria del Bel Paese.