Panettone: 7 eventi per scegliere quello giusto, da Nord a Sud

21 Novembre 2019

Non è soltanto molto amato, ma (come molti dei prodotti made in Italy) è sempre più imitato in tutto il mondo. Al punto di essersi aggiudicato una campagna dedicata per il riconoscimento di una denominazione. una serie di eventi dedicati, dal 23 novembre al 1 dicembre Che attesti, una volta per tutte, che il panettone è soltanto italiano. Il più celebre tra i lievitati dello Stivale coinvolge infatti oltre 43.000 imprese in tutta Italia, dalle industrie alle produzioni artigianali ed è un’eccellenza food che merita di essere ricompensata. Ma se l’iter per questo riconoscimento è ancora tutto da iniziare, in tutto il Paese, da nord a sud, non si perde tempo nell’omaggiare il panettone con una serie di eventi e incontri a lui dedicati. Ecco, allora, gli appuntamenti da non perdere.

  1. Re Panettone a Napoli. Per il quinto anno consecutivo, sabato 23 e domenica 24 novembre tornano nei saloni del Grand Hotel Parker’s di corso Vittorio Emanuele i banchi di assaggio dedicati ai panettoni. Accanto alle ricette tradizionali ci saranno anche prove più creative, che concorreranno al premio Re Panettone Napoli. Il riconoscimento verrà assegnato da una giuria di esperti con tasting alla cieca. Spazio anche agli abbinamenti con i vini, grazie al banco curato dalla delegazione napoletana dell’Associazione Italiana Sommelier e da Wine&Thecity, in collaborazione con il Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio. L’ingresso è libero.
  2. Re Panettone a Milano. I festeggiamenti non possono che coinvolgere la città meneghina, con l’edizione numero 12 dell’evento più frequentato dedicato al dolce tipico di Milano. Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre al Mind, il Milano Innovation District, ci saranno oltre 50 pasticcieri provenienti da tutta Italia con il meglio della produzione artigianale di panettoni. Sono infatti ammessi alla manifestazione soltanto i panettoni realizzati con metodo artigianale, senza additivi e conservanti, e senza scorciatoie produttive. Per garantire questa qualità, già da due anni Re Panettone ha istituito la Certificazione Re Panettone® – un bollo con ologramma – che attesta, tramite controlli scientifici, freschezza, naturalità e artigianalità del prodotto. L’ingresso è su invito, scaricabile gratuitamente dal sito.
  3. I Maestri del Panettone a Milano. Identiche date – 30 novembre e 1 dicembre – per l’evento i Maestri del Panettone, che si terrà al Museo nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci e riunirà i migliori lievitisti d’Italia, per illustrare le nuove tendenze nel mondo del panettone. I maestri, firmatari peraltro di una Carta del panettone artigianale, porteranno oltre cento panettoni, realizzati unicamente con lievito madre e in laboratori artigianali, in un evento in cui assaggiare ma anche acquistare (a prezzi calmierati) prodotti di altissima qualità. Tra gli altri ci saranno quindi i prodotti di Luigi Biasetto, Renato Bosco, Salvatore de Riso, Alfonso Pepe, Vincenzo Tiri. Sessioni di degustazione guidata, masterclass, lezioni, ma anche visite alla Fabbrica del Panettone vi catapulteranno nel mondo soffice di questo lievitato.
  4. Panettoni d’Autore – Dolci Visioni a Monza. Nelle vie, nelle piazze, perfino nei negozi. Il 23 e il 24 novembre la città sarà invasa da profumati e invitanti panettoni in arrivo da tutta Italia. In questo weekend, infatti, il dolce tipico della tradizione artigianale milanese sarà celebrato con degustazioni e live show che coinvolgeranno boutique, showroom, ristoranti e piazze, in un viaggio goloso alla scoperta della pasticceria artigianale.
  5. Sapori Segreti a Roma. Il panettone arriva anche nella Capitale, dove a Palazzo dei Congressi, dal 30 novembre al 2 dicembre si terrà la prima edizione di Sapori segreti, che omaggerà i prodotti lievitati di due storiche pasticcerie: Muzzi, a Foligno, e Giovanni Cova&C., un’istituzione milanese in fatto di panettoni. Il focus è dare valore e risalto alle migliori produzioni italiane, tra cui appunto i lievitati da forno. Ci saranno, però, anche pasticcerie, gelaterie e produttori di caffè che con passione ed impegno portano la creatività e la professionalità sulle tavole di tutto il mondo. È questo il contesto in cui lo stand di Giovanni Cova & C. e Muzzi proporrà un ventaglio di oltre 50 referenze di panettoni e pandoro tra classici, ripieni e imbevuti. Oltre alle degustazioni, il programma prevede anche convegni, show cooking con la presenza di grandi chef stellati, nonché gare gastronomiche, concorsi e laboratori sensoriali.
  6. Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro a Roma. Mentre Milano ha già concluso l’appuntamento al Museo dei Navigli, l’edizione romana è attesa per il 23 e il 24 novembre all’Hotel Sheraton. Qui si incontreranno le maggiori aziende di produzione con i maggiori distributori del territorio. In programma ci sono  conferenze ad-hoc sullo studio del mercato dei prodotti soffici da forno natalizi. Tra le novità dell’edizione 2019 c’è anche l’istituzione ufficiale del Team eccellenze panettone, ovvero un gruppo selezionato di maestri pasticceri e panificatori con standard qualitativi di produzione di altissimo livello. Nel corso della manifestazione, inoltre, ci sarà anche il contest Ambasciatore del panettone 2019. Ogni visitatore della fiera, dopo l’assaggio libero dei vari prodotti in blind tasting potrà esprimere da una a 3 preferenze per ciascun panettone degustato.
  7. Panettone Senza Confini a Palermo. Domenica 24 novembre i panettoni artigianali arrivano anche a Palermo, in un evento di beneficenza per la scolarizzazione dei bambini siriani. Si apre in mattinata, dalle 10.30 alle 12.30 nella Sala De Seta ai Cantieri Culturali della Zisa, con un convegno tenuto dai Maestri Debora e Iginio Massari, Achille Zoia e Fabrizio Donatone sul tema Lievitati e ingredienti di qualità in pasticceria. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei 400 posti disponibili, che si possono prenotare soltanto online. Poi si continua a Palazzo Sant’Elia, dove alle 16.15 apriranno al pubblico le sale del piano Nobile del Palazzo, in cui si potranno degustare tutti i panettoni in gara e i prodotti delle numerose aziende del territorio. La giuria che dovrà valutare la qualità dei panettoni in concorso sarà composta da grandi nomi della pasticceria italiana come Massari.